IMAFestival. Al via la seconda edizione di Art Your Food

Con la conferenza stampa milanese del 12 ottobre si è aperta la nuova edizione 2011-2012 del festival internazionale che parla di cibo e migrazione attraverso l'arte, arricchito da una nuova mostra, Sport Your Food, e da imperdibili occasioni di visibilità per i partecipanti al concorso

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Mercoledì 12 ottobre presso la Sala degli Affreschi di Palazzo Isimbardi a Milano, l’Associazione EATART, volta a promuovere talenti artistici in più campi culturali, ha presentato la seconda edizione di IMAFestival – International Migration Art Festival e la mostra SPORT YOUR FOOD.

Presenti alla conferenza le organizzatrici di IMAFestival Rossella Canevari e Elena Maria Manzini, il giornalista gastronomico Paolo Marchi, il Direttore della Fondazione Cesare Pavese Pierluigi Vaccaneo, il Managing Director di Babel, Luca Artesi, che ha confermato l’importante partecipazione del Canale (Babel: 141 Sky) come Media Partner, Fabio Zanchi, Capo Ufficio Stampa Expo2015, e l’Assessore Moda- Eventi- EXPO Silvia Garnero.

In una splendida cornice affrescata e circondata da un perfetto prato all’inglese - sul quale si è poi tenuto un rinfresco offerto dagli Sponsor "Grana Padano", “Azienda Agricola Provenza" e “Ciripizza” - si è parlato delle varie novità del Festival e di “SPORT YOUR FOOD”, mostra di arte contemporanea ideata e curata da Rossella Canevari e Paolo Marchi sulla scia del successo ottenuto dalla prima edizione di “MANGIA L’ARTE”. Questa iniziativa vedrà 5 Chef e 5 Artisti che, ispirati dalle discipline olimpiche, si troveranno coinvolti in una “sfida” a coppie: lo chef dovrà presentare una ricetta che verrà accompagnata dall’opera dell’artista. 
E a presentare i lavori saranno gli ologrammi dei due protagonisti, grazie a una tecnologia sorprendente, creata appositamente per questo scopo. I nomi dei partecipanti, così come le varie evoluzioni della mostra, saranno annunciati sul sito: www.sportyourfood.com.

SPORT YOUR FOOD inoltre viaggerà in parallelo con ART YOUR FOOD, concorso che, come la scorsa edizione, si incentrerà sul tema cibo e migrazione e il cui bando è stato aperto il 12 Ottobre 2011 per chiudersi il 15 Aprile 2012. Oltre a quella di Milano, il Festival toccherà le città di New York, Los Angeles e Londra (nuova tappa scelta, non a caso, in quanto sede delle Olimpiadi 2012).
Possono prenderne parte tutti, seguendo una procedura piuttosto semplice: gli artisti dovranno realizzareun’opera appartenente a una delle categorie in gara, fra Letteratura, Arti Visive, Film e Musica e inserirla sul sito www.imafestival.comSarà poi il pubblico internauta a votare i lavori e decretare i finalisti insieme al  giudizio del Comitato Organizzativo.

A maggio i 45 finalisti, divisi per categoria, si scontreranno a Milano durante un evento nel corso del quale esporranno le loro opere di fronte a una giuria Tecnica di esperti di settore. Verranno così annunciati 4 vincitori per categoria e i vincitori dei premi speciali offerti dagli sponsor della manifestazione.
 
Le opportunità,  però, non terminano qui: i vincitori  avranno infatti l’occasione di incontrare il pubblico internazionale partecipando a una delle finali internazionali di IMAFestival. Come? Ogni categoria è stata gemellata con una delle altre città ospitanti il Festival, città in cui ciascun primo classificato potrà dare piena visibilità alla sua opera sulla base di questa suddivisione: Letteratura a New York per l’evento di Giugno 2012, Filmmaker a Los Angeles in Luglio 2012, e Musica insieme ad Arti Visive nel Luglio 2012 a Londra. Una grande novità che non può far altro che stimolare la creatività dei partecipanti alla prossima edizione!

“Cibo e arte sono profondamente collegati all’identità di un popolo e assolvono ad una precisa funzione simbolica rappresentativa della storia e della tradizione di una nazione”-  è così intervenuta l’Assessore Silvia Garnero – “IMAF non è solo una manifestazione di elevato contenuto artistico che ha ormai raggiunto popolarità internazionale; non è soltanto un modo originale per parlare di immigrazione, ma è soprattutto un momento di approfondimento culturale e un prezioso strumento di azione per una migliore integrazione”.

Iniziative, quindi, quanto mai attuali, nei temi e negli intenti.
Cibo, sport, integrazione sono parole ricorrenti nella società odierna, in cui bisogna imparare e lavorare molto sull’intersecazione tra modi di vivere, alimentazione, estetica e il mescolarsi di culture e paesi diversi per un’armonia che ancora troppo spesso viene meno.


Guarda il nuovo SPOT di IMAFestival
 

Il sito ufficiale del concorso: www.imafestival.com

Il sito dell mostra: www.sportyourfood.com

Visita la pagina dedicata a IMAFestival su Facebook
 
Tag:  IMAFestival, seconda edizione, cibo, migrazione, Art Your Food, Sport Your Food, EatArt, Rossella Canevari, Elena Maria Manzini, Silvia Garnero, Babel

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni