Intervista a Giulia Marzagalli, a capo di Girlitude.it

Abbiamo fatto due chiacchiere con Giulia Marzagalli di Girlitude.it per curiosare un po' in questo progetto entusiasmante

di Silvia Menini

Pubblicato giovedì, 3 luglio 2014

Rating: 5.0 Voti: 5
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Abbiamo intervistato Giulia Marzagalli, che coordina la dinamica redazione di Girlitude.it!

Come definiresti Girlitude in poche parole?
Girlitude è il blogazine di Peugeot che parla alle donne, neologismo che mette insieme blog e magazine. Perché non ci bastava un blog e nemmeno un magazine.
Del blog conserviamo l’immediatezza, il dialogo, la velocità e l’informalità.
Dai magazine recuperiamo la profondità e qualità dei contenuti, una redazione strutturata, un taglio curatoriale e un layout sofisticato.
 
Quali sono i contenuti e di conseguenza il target verso cui mirate principalmente?
I mondi femminili che racconta Girlitude sono densi, variegati e sfaccettati, così come sono le donne. Quali donne? Giovani e meno giovani, quelle che hanno l’attitudine a essere girl: un modo di guardare il mondo, affrontare le cose della vita, consumare, relazionarsi con amici, famiglia e lavoro con energia, positività, curiosità, gusto della scoperta, creatività, voglia di cambiare, di evolvere e di emanciparsi.
Donne acrobate, multitasking e combattive, energiche e un po’ ribelli, che si destreggiano in vite che non sono mai una sola ma tante.
Tornando ai contenuti, sono organizzati in quattro categorie: Girl In Town, ogni post è un viaggio metropolitano a tema in una città del mondo; Girli-Tales, interviste, confidenze, pensieri, esperienze e storie vere di donne; Girli-Tunes, la musica al femminile, dai talenti emergenti alle icone che hanno fatto la storia dei diversi generi musicali, festival, concerti, classifiche e fenomeni della rete; Il Punto di Vista G, la sensibilità e l’ironia tipicamente femminile, lo sguardo delle donne sul mondo nei contributi realizzati ad hoc per Girlitude da scrittrici, illustratrici, blogger e fotografe.
 
Come è strutturata la vostra redazione? E qual è il tuo ruolo in essa?
Il cuore della redazione è interno a Memethic Lab (società al 100% femminile) che l’ha creata ad hoc per questo progetto. Abbiamo quindi un team dedicato a Girlitude.  Io mi occupo della stesura del piano editoriale, della scelta dei temi da presidiare, ovviamente condividendo i ragionamenti con Peugeot e, quando posso, di scrittura (che è sempre la cosa più bella). Marta Collini è editor-in-chief, oltre a scrivere seleziona le contributor in funzione dei diversi temi e coordina il loro lavoro. In parte attingiamo al nostro network di collaboratori internazionali, ad esempio per le micro-guide sulle città del mondo. Grazie alle sue competenze nel campo artistico, e in particolare il mondo dell’illustrazione, Marta seleziona le illustratrici per la sezione Il Punto di Vista G.
In generale ci piace dare la precedenza alle ragazze/donne con profili che ci affascinano, come la nostra contributor da Amsterdam, Ilaria Mangiardi, cantante, esperta di musica, ma anche di social media marketing, e quindi capace di fare connessioni nuove tra suoni in senso lato e dinamiche del web.
 
Oggi il mondo del web offre molta scelta in merito a blog e riviste online. In che modo si differenzia Girlitude?
Le caratteristiche differenzianti dal mio punto di vista sono tre.
Il linguaggio scelto, come unione di ‘alto’ e ‘basso’, temi di nicchia e ricercati alternati, talvolta fusi, ad argomenti volutamente pop. Pensiamo che questo approccio sia il modo migliore per parlare a un pubblico trasversale, sperando di far sentire a casa tutte le nostre lettrici.
Inoltre Girlitude interpreta l’attitudine ‘girl’ che è un mood, un modo di vivere e di relazionarsi, di pensare… quindi non dettiamo stili, non diamo ricette o consigli di shopping ma mettiamo in circolazione stimoli culturali, storie, luoghi e creatività.
Infine il criterio curatoriale dei contenuti. La scelta di avere poche sezioni (pochissime se pensiamo ai web magazine) e non di fare un ‘calderone’ con dentro di tutto un po’.
 
Puoi svelarci qualche prossima novità che interesserà le vostre pagine? Un progetto futuro?
Per scoprire i nuovi contenuti dovrete seguirci!
Posso dirvi che avremo un’attenzione particolare per l’Asia, terra di grande fascino ma ancora poco conosciuta dalle donne italiane. Per coloro che pensano a vacanze in oriente avremo guide tematiche dedicate a Osaka, Pechino, Hong Kong e Tokyo. Sempre per raccontare nuove forme di relazione con culture lontane e diverse avremo un’intervista a un’antropologa del turismo, che racconta dei suoi viaggi di studio in Madagascar.
E poi racconteremo dall’interno quello che non si vede di X Factor, di cui Peugeot è sponsor. Daremo voce alle ansie, paure, entusiasmi, delle giovani aspiranti cantanti. Storie di ordinaria quasi-celebrità.
Il mio progetto per il futuro, quello che vorrei spingere nei prossimi mesi, è una partecipazione attiva delle lettrici: dare voce alle loro esperienze di viaggio piuttosto che scoprire aspiranti fotografe che abbiano voglia di condividere i propri scatti su Girlitude. O anche solo ricevere suggerimenti sui temi di cui vorrebbero leggere.
Tag:  Giulia Marzagalli, Girlitude.it, Peugeot, Memethic Lab, intervista, redazione

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni