Nasce meme publisher

Una nuova casa editrice digitale italo – francese

di Sabrina Minetti

Pubblicato venerdì, 13 dicembre 2013

Rating: 4.9 Voti: 16
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
E’ nata meme publishers, una casa editrice digitale italo-francese che opera in campo internazionale

Perchè "meme"? Oggi che il libro si dematerializza e vive anche in una dimensione virtuale, del "prodotto libro resta l'informazione, il racconto, ma dell'oggetto solo l'idea, l'elemento di inseminazione culturale. Ai fondatori di meme piace pensare al libro, cartaceo o elettronico che sia, come a un meme, il concetto elaborato da Richard Dawkins, secondo l'accezione che Pascal Jouxtel ne dà in Memetica. Il codice genetico della cultura: “Il meme è una entità consistente in una informazione riconoscibile dall'intelletto, relativa alla cultura umana, che è replicabile da una mente o un supporto simbolico di memoria, per esempio un libro…”.

I romanzi e i racconti pubblicati, tutti inediti, spaziano dalle tematiche legate al mondo femminile al noir. I primi autori pubblicati sono Alessandro Bastasi, già noto ai lettori per i suoi gialli di qualità, Andrea Mariani, una delle nuove voci più interessanti del noir metropolitano, Pierluigi Porazzi, affermato autore di romanzi pulp, uno dei maestri del noir italiano contemporaneo, Elena Mearini, scrittrice raffinata e originale e Pervinca Paccini, autrice di romanzi dalle forte connotazioni sociali.

Meme e i suoi autori debutteranno ufficialmente a Milano, venerdì 20 dicembre presso il locale Le Libragioni – Vino arte e libri - di  via G. Bardelli 11‎. Sarà l’occasione per conoscere i progetti della neonata casa editrice, ascoltare la presentazione dei testi pubblicati e rivolgere domande allo staff e agli autori. Verranno inoltre presentate al pubblico le novità editoriali dei prossimi mesi, tra cui il romanzo di Vincent Zandri, scrittore statunitense i cui lavori sono bestseller in tutto il mondo, e quello di David Forrest, celebre scrittore francese di thriller.


Elena Mearini
Le prime uscite di meme (già negli store Amazon, iBooks, Kobo, IBS, etc) per la collana memefemme sono:
Fa quasi male fa quasi amore, di Elena Mearini. Emozionante racconto biografico sull'amore, il dolore e la passione di Frida Khalo.
Dodecamenos/Inverno, di Rania Giuliani. La raccolta di racconti ci apre alla prima stagione di incontri e di sesso che culminerà nel caldo dell'estate e si chiuderà con un autunno inatteso.
La casa segreta, di Pervinca Paccini. Un ritratto crudo e drammaticamente reale dell’Italia di oggi: un Paese in cui gli episodi di violenza sulle donne e il femminicidio sono all’ordine del giorno e bruciano come ferite aperte sulla pelle e nel cuore di centinaia di donne.

Per memenoir: 
Rollercoaster, di Andrea Mariani, un noir urbano dal ritmo serratissimo, La scelta di Lazzaro, di Alessandro Bastasi, crime story che spazia dalla Milano degli anni di piombo ai nostri giorni, e Simmetrie oscure, di Pierluigi Porazzi: una raccolta di storie veloci e dirompenti, tra il grottesco e il dark.

Nei primi mesi del 2014 sono attesi i noir Crash di Simone Togneri, Racconti insani e altre deviazioni  e Murder Time di Lorenzo Mazzoni.

Il noir - fantastico Il Tunnel del francese David Forrest arriverà a marzo 2014 e in maggio usciranno il thriller Moonlight Sonata, dello statunitense Vincent Zandri, e il crime/noir Confessioni di un killer di Richard Godwin.


Le Libragioni – Vino arte e libri
via G. Bardelli 11, Milano
Venerdì 20 dicembre dalle ore 18.30
Tag:  Meme Publisher, edizioni digitali, Alessando Bastasi, David Forrest, Andrea Mariani, Elena Mearini, Pervinca Paccini, Pierluigi Porazzi, Vincent Zandri

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni