Omeopatia. Per saperne di più

10 aprile: la giornata mondiale dell’omeopatia in 20 piazze italiane

di Silvia Menini

Pubblicato venerdì, 18 marzo 2011

Rating: 4.8 Voti: 16
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Omeopatia è una parola che deriva dal greco “omòios” (simile) e “pathòs” (sofferenza) e segue una metodologia di cura che utilizza medicinali a dosi estremamente diluite, praticamente infinitesimali, basandosi sull’applicazione del principio di similitudine. Il presupposto metodologico, infatti, è che ogni individuo abbia una “risposta di autoguarigione” e uno stato di equilibrio - corrispondente allo stato di salute - e che ogni turbamento di questo provochi una malattia nell’individuo. La funzione dell’omeopatia è proprio quella di stimolare i meccanismi di difesa dell’organismo per prevenire e curare malattie.
 
I rimedi omeopatici, acquistabili senza ricetta medica in farmacia, derivano dai tre regni della natura (a differenza dei prodotti erboristici che fanno uso solo di piante): vegetale (per il 70% dei rimedi), animale e minerale, e sono somministrati con differenti diluizioni, identificate da sigle convenzionali: CH (centesimale hahnnemaniana), LM (diluizione cinquantamillesimale) e la K (diluizione korsakoviana). Nella maggior parte dei casi si tratta di sferette di saccarosio, ricoperte di lattosio e impregnate della sostanza in questione, ma si possono trovare anche gocce, fiale, supposte, ovuli, pomate e sciroppi, e tutta un’altra serie di preparati con metodologia tradizionale.
 
Il 10 aprile sarà la giornata mondiale dell'omeopatia, durante la quale, in 20 piazze italiane, la Federazione Italiana delle associazioni e dei medici omeopati (FIAMO) lancerà la campagna di raccolta fondi per la ricerca in omeopatia per ampliarne lo spettro e farsi conoscere ai cittadini, in modo tale da permettere loro la libertà di scelta terapeutica. La FIAMO è anche impegnata in Africa nel finanziamento di due ambulatori per la formazione di personale e per la prevenzione e cura delle popolazioni a rischio. Dall’8 al 10 Aprile in ciascuna delle 20 città italiane si terranno conferenze, presentazioni di libri sull’argomento, convegni con la partecipazione di pazienti e medici omeopati. Verrà inoltre distribuita gratuitamente la rivista “Il Granulo”, con notizie circa l’attività della Fiamo.
 
Questa giornata è molto importante non solo per trasmettere maggiori informazioni a chi ha già scelto di avvicinarsi all’omeopatia, ma è soprattutto rivolta a tutti coloro che non la conoscono, per far capire che esiste come possibilità di scelta un paradigma scientifico differente da quello comunemente imposto. L’obiettivo è quindi quello di informare per rendere le persone libere di decidere e di far capire l’importanza della ricerca anche in questo campo
Tag:  Omeopatia, Fiamo, giornata mondiale dell'omeopatia, ricerca scientifica

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni