L’arte della truffa

Ancora per pochi giorni al Teatro Golden di Roma

di Giovanni Cavaliere

Pubblicato giovedì, 17 ottobre 2013

Rating: 5.0 Voti: 2
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
La commedia inedita - scritta a quattro mani da Augusto e Toni Fornari, Andrea Maia e Vincenzo Sinopoli - vede come protagonisti della storia, Gianmario Cazzaniga (Giancarlo Ratti) e la moglie Stefania (Barbara Pieruccetti) la cui vita viene sconvolta dall’arrivo del fratello di lei, Francesco (interpretato egregiamente da Gianni Ferreri), che la coppia è costretta a ospitare in casa per fargli ottenere gli arresti domiciliari.

Gianmario, integerrimo uomo d’affari, è preoccupato che la presenza del cognato, noto truffatore, possa nuocergli nei rapporti d’affari che intrattiene con il Vaticano, grazie anche alla conoscenza di un alto prelato interpretato da Sergio Solli. Ma un imprevisto tracollo finanziario porta Gianmario ad aver bisogno della “professionalità” del cognato, accettandone, per causa di forza maggiore, le sue “regole” da sempre criticate, ma ora indispensabili a confezionare una “truffa… a fin di bene”.

L’esilarante commedia,diretta da Augusto Fornari, è caratterizzata da un avvicendarsi di situazioni comiche, ben recitate da tutti gli attori in scena, compresa l’interpretazione in video di due grandi attori come Maurizio Mattioli e Sergio Fiorentini e la meritoria partecipazionedi Desirèe Popper, Danilo Giannini e Michele Iovane, giovani allievi dell’Accademia del Teatro Golden.

Sicuramente uno spettacolo da vedere. In scena fino al 20 Ottobre2013.
Tag:  L’arte della truffa, Teatro Golden, Roma, commedia

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni