Lo Stivale in mutande

Un ironico spaccato del nostro “Belpaese”…

di Giovanni Cavaliere

Pubblicato mercoledì, 21 dicembre 2011

Rating: 4.5 Voti: 4
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Lo Stivale in mutande è un viaggio ironico, che traccia un ritratto del nostro Belpaese, oggi più che mai alle prese con la crisi economica, i tagli, la disoccupazione, i privilegi della politica che si contrappongono alle rinunce e speranze dei “nuovi poveri”.

Delle Donne-Borrelli- Fiorini, autori dei testi, improntano lo spettacolo su gag e modi di dire contemporanei, attraverso i ritratti di personaggi pubblici e gente comune, dando vita a siparietti comici e stravaganti: gli scheletri escono dagli armadi, Mastro Titta si reincarna, gli eroi nostrani partono dal Tufello al Messico sulle tracce dell’ultimo Maya, le casalinghe si disperano.

Il tutto intervallato dalle canzoni e dagli interventi satirici di Lando Fiorini, affiancato da Camillo Toscano, Laura Di Mauro e Simona D’Angelo, nuova entrata nella storica compagnia del Puff .

Canzoni e situazioni comiche, sono accompagnate dalle musiche dal vivo di Vincenzo Romano e coronate dalle divertenti coreografie di Gabriella Panenti e dai variopinti costumi di Graziella Pera.

A fine spettacolo l’affezionato pubblico in sala “saluta” con risate e applausi a scena aperta, testimoniando l’attaccamento allo storico teatro di Trastevere.


Info
:
Il Puff
Via Giggi Zanazzo 4 (Piazza Sonnino), Roma
Tel. 06.5810721 – 06.5800989 

Fino all'1 marzo 2012
Tag:  Lo Stivale in mutande, Il Puff, Roma, Belpaese

Commenti

12-11-2013 - 15:07:27 - tm
foto di Tiziano Marcoccia
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni