Luca Zingaretti interprete e regista de La Torre d'Avorio

Una riflessione sul rapporto tra arte e potere

di Giovanni Cavaliere

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2013

Rating: 3.7 Voti: 3
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Luca Zingaretti e Caterina Gramaglia
Luca Zingaretti è interprete e regista di un testo di Ronald Harwood che pone in primo piano il tema della libertà dell’artista.


Luca Zingaretti e Massimo De Francovivh
Berlino 1946. Inizia la cosiddetta denazificazione, la caccia ai sostenitori del caduto regime. Gli alleati hanno bisogno di casi esemplari che diano risonanza all’iniziativa. Viene così convocato, nel quadro di un’indagine sulla sua presunta collaborazione con la dittatura, il più illustre esponente dell’alta cultura tedesca, vale a dire il direttore d’orchestra Wilhelm Furtwängler, interpretato egregiamente da Massimo de Francovich.


Luca Zingaretti, Massimo De Francovivh, Peppino Mazzotta e Caterina Gramaglia
Egli non era stato nazista e, anzi, non aveva nascosto di detestare le politiche del Terzo Reich. Contrariamente a molti illustri intellettuali era rimasto in patria svolgendo la sua attività con l’intento di tenere accesa la fiaccola dell’arte e della cultura, convinto che questa non abbia connotazione politica. All’occorrenza aveva sfruttato privilegi e prestigio per aiutare le persone perseguitate o emarginate. Dai suoi compatrioti era sempre stato considerato super partes e anche dopo la fine della guerra nessun tedesco si era sentito di addebitargli alcunché. I vincitori però vogliono “vederci chiaro” e, se possibile, far crollare anche questo superstite mito della superiorità germanica. Per essere certi dall’imparzialità dell’indagine, affidano il caso a un maggiore dell’esercito immune al fascino dell’artista.


Tra gli altri interpreti: Peppino Mazzotta, Gianluigi Fogacci, Elena Arvigo e Caterina Gramaglia.
Scene di Andrè  Benaim, Costumi di Chiara Ferrantini e Luci di Pasquale Mari.

Lo spettacolo è  in scena al Teatro Eliseo di Roma fino al 24 marzo, quindi la tournée proseguirà in giro per l’Italia.


Teatro Eliseo
Via Nazionale, 183 – Roma
Tag:  La Torre d'Avorio, Luca Zingaretti, Teatro Eliseo, Roma, Berlino, denazificazione, Wilhelm Furtwängler

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni