Marilyn: gli ultimi 3 giorni

A 50°anni dalla sua morte, Elisabetta Villaggio mette in scena gli ultimi giorni di vita della grande diva americana

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Sono le 4.25 del mattino del 5 agosto 1962. La governante Eunice Murray, una donna dall’aspetto severo, sta componendo un numero di telefono. Risponde il sergente Clemmons, della polizia di West Los Angeles. La signora Murray annuncia che Marilyn Monroe è morta.

Comincia così “Marilyn: gli ultimi 3 giorni”, un atto unico sugli ultimi giorni di vita di Marilyn Monroe. Nella notte tra il 4 e il 5 agosto del 1962 la diva americana moriva in circostanze ancora oggi non chiarite. Aveva 36 anni.

Sulla sua morte sono state fatte tantissime ipotesi. Ufficialmente la più accreditata è sempre stata quella del suicidio per un'overdose di barbiturici. Ma i dubbi sono ancora oggi tanti e le ipotesi di omicidio non sono mai state escluse.
Marilyn era uno spirito libero, indomabile. Era un personaggio scomodo. Sapeva troppe cose e quindi poteva diventare pericolosa. Andava a letto con uomini importanti, e si sa, a letto anche gli uomini importanti si rilassano e parlano…

In questo spettacolo inchiesta, Elisabetta Villaggio, che ne ha curato testo e regia, ha voluto indagare sulla morte di Marilyn, raccontando i suoi ultimi giorni di vita, lontano dai “riflettori”, nell’intimità della sua casa, tra le sue cose, le persone che frequentava o con le quali chiacchierava al telefono.

Sicuramente lodevole il desiderio dell’autrice di far luce sui punti oscuri che ancora avvolgono la morte dell’intramontabile diva americana. Purtroppo, però, nonostante il soggetto teatrale indovinato, la messa in scena non convince a pieno: l’azione scenica risente infatti di una “scarsa armonia” nell’avvicendarsi di personaggi e situazioni narrative, che talvolta risultano “poco credibili” a causa anche, e soprattutto, dell’incompatibilità tra alcuni attori e i ruoli interpretati.

In ogni caso lo spettacolo non annoia, testimonianza che il “caso Marilyn” suscita ancora grande interesse.

Tra gli interpreti Agnese Nano (nella parte di Marilyn Monroe), Paola Bacchetti, Filippo Bubbico, Fabio Farronato, Bruno Governale, Arianna Ninchi e Sandro Scarpelli.

Lo spettacolo è attualmente in scena al Teatro Aurora di Velletri (Roma), fino al 1 aprile 2012.

Note
Il testo ha vinto il premio Opera Prima all’XI edizione del Premio di Scrittura Teatrale Femminile Donne & Teatro Inner Wheel di Roma Tevere, ideato e curato da Bianca Turbati.
Tag:  Marilyn: gli ultimi 3 giorni, Elisabetta Villaggio, Eunice Murray, overdose, Teatro Aurora, Velletri, Premio di Scrittura Teatrale Femminile Donne & Teatro Inner Wheel

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni