Sogno di una notte di mezza sbornia

La Compagnia di Luca De Filippo ancora per due giorni al Teatro Quirino di Roma

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Sogno di una notte di mezza sbornia” – scritta da Eduardo De Filippo - fu liberamente tratta dalla commedia “La fortuna si diverte”, scritta da Athos Setti nel 1933 per la scena toscana; fu poi rappresentata nel 1934 da Ettore Petrolini in romanesco con il titolo “La fortuna di Cecè” e da Angelo Musco in siciliano come “La Profezia di Dante” per arrivare nel ’37 al Teatro Umoristico dei De Filippo, con numerose riprese durante le varie stagioni visto il successo riscontrato.

Commedia “dolce e amara”, parla di sogni, vincite al lotto, superstizioni e credenze popolari di un’umanità dolente, che solo in questo modo ha la capacità di pensare a un futuro migliore per sopravvivere al proprio presente.

Protagonista della storia è Pasquale Grifone (ben interpretato da Luca De Filippo), un povero facchino a cui piace alzare il gomito e quando beve fa sogni strani, così da ricevere la “visita” di Dante Alighieri. Il Poeta suggerisce all’uomo quattro numeri da giocare al lotto, sottolineando però che questi rappresentano anche la data e l’ora della sua morte. Di lì a poco, la quaterna esce e Pasquale vince una forte somma di denaro; la famiglia gioisce della vincita e della nuova condizione di vita, non preoccupandosi troppo della crescente disperazione del povero Pasquale, terrorizzato all’idea dell’avvicinamento dell’annunciata ora della sua morte…

Tra gli interpreti, oltre a Luca De Filippo, Carolina Rosi, Nicola Di Pinto, Massimo De Matteo, Giovanni Allocca, Carmen Annibale, Gianni Cannavacciuolo, Viola Forestiero e Paola Fulciniti.

Le musiche sono di Nicola Piovani.

La commedia, con la regia di Armando Pugliese è in scena al teatro Quirino di Roma fino a 18 maggio 2014.


Tag:  Sogno di una notte di mezza sbornia, Luca De Filippo, Teatro Quirino, Roma

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni