Vivi Bistrot, l’idea imprenditoriale di Daniela e Cristina

Un’area di relax presso Villa Doria Pamphili. Questo è Vivi Bistrot

di Silvia Menini

Pubblicato venerdì, 21 ottobre 2011

Rating: 4.4 Voti: 14
Vota:
Leggi anche:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci

Vivi Bistrot® è stato fondato da due mamme imprenditrici, Daniela Gazzini e Cristina Cattaneo, accomunate dal sogno di creare anche in Italia luoghi di ristoro nei parchi pubblici, riproponendo così un modello di business già presente in Nord Europa.

Immerso nel parco di Villa Doria Pamphili, ViVi Bistrot è un fienile dell’Ottocento ristrutturato nel 2008 e adibito a locale di ispirazione provenzale. La sua atmosfera si trasforma, durante la giornata, per offrire colazioni, lunch, tea time all’inglese e cene a lume di candela, oltre a feste per grandi e piccini.

L’obiettivo del progetto è quello di creare un’area tesa a diffondere uno stile di vita più rilassato, sia per la mente sia per il corpo, proponendo menù genuini e un ampio spazio all’aria aperta. Ad esempio con il Picnic, concepito come una forma artistica informale, allegra e aggregante per una consumazione del pasto adatto a tutte le età e le tasche.

La qualità dei prodotti è alla base dell’offerta, prodotti provenienti da agricoltura e allevamento biologici e gli ingredienti scelti sono genuini, senza additivi ne conservanti.
Abbiamo chiesto a Daniela di parlarci del progetto.


Come è nata la Vostra idea imprenditoriale?

Dal ‘Leisure food’, ovvero cibo per il tempo libero, come esiste da secoli in tutti i parchi meravigliosi del Nord Europa! Volevamo creare un luogo diverso dal solito bar romano, una location che ti permette di godere della bellezza dei nostri parchi.

Come descrivereste ViviBistrot e quali servizi offre?
Immersi nel parco di Villa Doria Pamphili, ViVi Bistrot è un locale dal tocco femminile e di ispirazione provenzale. La sua atmosfera si trasforma, durante la giornata, per offrire colazioni, lunch, tea time all’inglese e cene a lume di candela.

Quali sono le maggiori difficoltà che avete riscontrato?
Reperire il finanziamento e la pioggia! Il primo anno ha piovuto sempre… sembrava una maledizione. Per i finanziamenti iniziali ci sono venuti in aiuto mariti, sorelle, madri, padri e amici… 

Cosa rappresenta per voi il Biologico e perché avete scelto di inserirlo come principio guida nei vostri menu?
Rappresenta una certezza di qualità. Per poter mantenere una fascia di prezzo giusta non riusciamo ad essere 100% biologici in tutto. Anche perché ci sono alcuni prodotti meravigliosi che non sono Bio, come i nostri thè MARIAGE FRERES. 100% Bio sono invece i menu per bambini: verdure, yogurt, sciroppi, caramelle, uova e altri elementi importanti del nostro menu.

Avete un aneddoto da raccontarci?
Si. Vi raccontiamo il nostro primo giorno da imprenditrici nel settore del food and beverage: abbiamo aperto l’8 marzo del 2008 alle 8 di mattina… dopo 2 ore di lavoro abbiamo subito richiuso!! Non avevamo più nulla da vendere, era tutto finito! Avevamo toppato completamente con le quantità: le torte fatte a mano dalla mia socia Cristina erano finite in 5 minuti… Da quel giorno le cose sono cambiate nettamente, abbiamo imparato, calcolato, sbagliato e poi ricorretto! L’esperienza si fa sul campo!

Un progetto per il futuro?
Tanti piccoli ViviBistrot in altri parchi pubblici di Roma e d’Italia! Perché no?
 

Tag:  Vivi Bistrot, Roma, Villa Doria Pamphili, cibo biologico

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni