Dodo orologi: la creatività al passo coi tempi

La nuova collezione si arricchisce dell’esperienza di cinque giovani creativi

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Nel 1995 l’azienda Pomellato ha lanciato un secondo brand, Dodo, insieme al quale ha instaurato un rapporto di collaborazione con il WWF Italia. In realtà, il marchio è nato dalla storia di un buffo pennuto che non sapeva volare, vissuto nei luoghi affascinati delle isole Mauritius. Infatti, la Pomellato ha realizzato una serie di charm per celebrare il mondo animale, il cui scopo precipuo è di proteggere la natura attraverso alcune iniziative importanti volte a promuoverne la tutela. Nascono così diverse creazioni, come gli orologi che segnano il tempo delle emozioni con fantasia e colore.
 
Tuttavia la nuova collezione di orologi si arricchisce dell'esperienza di alcuni giovani artisti, nominati anche come ambasciatori del progetto, che hanno messo a disposizione la loro creatività per sviluppare nuove idee interessanti. Così è nato #WatchMyDodo, il progetto che punta a restituire al tempo il suo spazio, recuperando la capacità di vivere a pieno un’emozione e godersi l’attimo. Pertanto, gli orologi di questa collezione si distinguono per i colori vivaci e per i disegni contenuti nei quadranti che attingono proprio dalla natura.
 
Il messaggio che trasmette #WatchMyDodo è preciso: la collezione si apre a un mondo creativo con l’obiettivo di restituire al tempo il suo spazio. Il marchio, infatti, vuole recuperare la capacità di vivere al 100% un’emozione e di avere ogni attimo che, in realtà, è unico. Per lanciare questo messaggio sono stati scelti cinque giovani designer: Neige De Benedetti, Enrica Ponzellini, Sofia Villa, Ludovico Bonaccorsi e Lorenza Luti. Ma scopriamo insieme il loro lavoro.
 
Neige De Benedetti è una curatrice di reportage fotografici e scrittrice impegnata nel sociale. Per #WatchMyDodo ha realizzato un’installazione nella quale le carpe sono le protagoniste che, nella cultura popolare cinese, simboleggiano l’amore e l’amicizia, ma anche la capacità di risalire i corsi d’acqua e dunque la forza e la tenacia che in fondo caratterizza Dodo e TOG, ovvero l’Onlus con cui la designer collabora per aiutare i bambini affetti da lesioni nervose.
 
Mentre la stylist Enrica Ponzellini ha ricreato un mini atelier con il progetto “Watch your hat!”. Qui, invece, il protagonista è il cappello, un accessorio che dona “charme” come appunto è la creazione della Ponzellini. Inoltre, Sofia Villa ha scelto il tema di Alice nel paese delle meraviglie per ricrearne le atmosfere oniriche e dare importanza all’immaginazione. Ludovico Bonaccorsi si è dedicato allo  street food, tipico della Sicilia. Per questo su una tavola sono stati proposti i cannoli siciliani abbinati agli orologi. Di sicuro un’immagine inedita e particolare che abbina la tradizione culinaria alla moda.
 
Infine, Lorenza Luti che ha realizzato un’immagine molto emozionante, poiché gli orologi da lei proposti sono caratterizzati dai disegni di alcune farfalle colorate. L’intero progetto è importante per due motivi: da un lato ha concesso ai giovani di cimentarsi con le loro creazioni, dall’altro invece avvalora il messaggio trasmesso dall’azienda stessa che è, appunto, la difesa dell’ambiente.
Tag:  Dodo, Pomellato, moda, designer, orologi

Commenti

20-01-2015 - 21:23:36 - anonimo
sono bellissimi tutti e tre: quali prezzi ?
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni