Un secolo di acconciature

Le mode degli ultimi cento anni in tema di capelli e acconciature

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
I capelli sono per ogni donna un’importante parte del corpo: con il loro taglio, il loro colore e la loro acconciatura dicono agli altri qualcosa di noi. Sono espressione del nostro stile e della nostra personalità, strumento di seduzione e segno dell’epoca in cui viviamo.

Ogni decennio ha avuto un particolare stile per le acconciature di signore e signorine. Oggi ripercorriamo insieme l’ultimo secolo di mode dei capelli.

Nel 1920, il periodo dei “Roaring Twenties”, i capelli andavano di moda corti, anzi cortissimi. Il top del glamour era un caschetto liscio con una frangia così lunga da sfiorare gli occhi e coprire spesso le sopracciglia. Biondo cenere o nero corvino, il caschetto di capelli drittissimi era l’acconciatura più desiderata da ogni donna. Questo taglio è recentemente tornato alla ribalta dopo il successo del film “The Great Gatsby” in cui a sfoggiarlo è la bella Daisy e le altre affascinanti donne  coprotagoniste.

Nel 1930 la moda delle pettinature era dettata da icone di stile quali Marlene Dietrich e Ginger Rogers: i loro capelli corti, tagliati appena sotto le orecchie e acconciati in morbide onde erano il taglio più in voga. Spesso abbinate a cappellini da portare inclinati, queste pettinature lasciavano scoperta la fronte e mostravano i volti curati delle signore e le loro sopracciglia dalla linea sottilissima e allungata.

Nel decennio successivo, gli Anni Quaranta, i tagli cominciano ad allungarsi e prendono il sopravvento lunghe onde ben definite, generalmente abbinate a voluminose cotonature sulla fronte e sulla sommità della testa. Sono questi gli anni del look cosiddetto Rockabilly. Bette Davis, Judy Garland e altre attrici, ispirano le pettinature delle donne di qualsiasi ceto sociale. Anche le casalinghe, infatti, iniziano a desiderare pettinature curate ed eleganti, fatte di delicate onde e boccoli ben definiti.

Negli anni Cinquanta torna di moda per le signore un taglio di media lunghezza, con morbide onde a sfiorare appena le spalle. Le ragazzine invece preferiscono pettinature più moderne e sbarazzine, preferendo code di cavallo fermate con nastri colorati. A portare il “mezzo taglio” ondulato è anche la bellissima e sensuale Marilyn Monroe.

Nel 1960 sulle teste di donne e uomini domina la cosiddetta “brillantina”: il gel tiene ferme e composte pettinature corte acconciate in onde. Torna in voga anche il taglio corto con frangetta, come quello sfoggiato dalla modella britannica Twiggy o da Mia Farrow.

Negli anni Settanta, sull’onda lunga degli eventi del 1968 e degli hippy, le donne sfoggiano capigliature lunghe, lisce o mosse, generalmente tenute sciolte. Le lunghe ciocche vengono illuminate da colpi di sole e decorate con fascette calate sulla fronte.

Nel 1980 le capigliature si gonfiano sia per uomini che per donne: cotonature e volumi sono il top della moda in questo decennio. Da Madonna a Cindy Lauper, star della musica e non solo, scelgono chiome dall’aspetto quasi selvaggio, sapientemente cotonate.

Negli Anni Novanta la pettinatura classica è un taglio medio dall’aspetto ordinato, reso leggermente voluminoso e con un tocco di brio grazie alla riga leggermente spostata di lato. Una delle protagoniste del famosissimo telefilm “Friends”, Rachel, sfoggia proprio un taglio di questo genere.

Con il nuovo millennio le chiome si allungano, vengono illuminate da colpi di sole o da ciocche colorate. Si va da una pettinatura semplice e fatta di onde lunghe come quella di Drew Barrymore al caschetto sfilato e voluminoso di Meg Ryan.

Ai giorni nostri, non predominano particolari acconciature bensì originalità, tagli sbarazzini e stravaganti. Sono diffusissime extensions, shatush e tagli asimmetrici. Oggi, come in ogni altra epoca, sono le celebrities a dettare la moda: dallo shatush di molte VIP come ad esempio Belen Rodriguez o Bianca Balti, ai tagli asimmetrici della cantante Rihanna, alla rasatura con ciuffo di Miley Cyrus.

Altre celebri capigliature della storia? I capelli neri, liscissimi e con la lunga frangia di Cleopatra, i lunghi boccoli di epoca napoleonica o le acconciature raccolte e impreziosite con fermagli, nastri, pietre e perle di epoca rinascimentale.

Quale sarà il prossimo stile in voga per le nostre chiome? Chissà!
Tag:  Capelli, Acconciature, Tagli, Moda, Pettinature, Caschetto, Boccoli, Extensions, Shatush, Storia

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni