A tu per tu con Paola Rondini

Abbiamo incontrato l'autrice de "Il salto della rana" per parlare con lei della sua storia, dei suoi personaggi e dei messaggi che intende trasmettere al lettore

di Marta Elena Casanova

Pubblicato giovedì, 29 gennaio 2015

Rating: 5.0 Voti: 1
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Fernandel
Il salto della rana di Paola Rondini, edito Fernandel, è un romanzo dove realtà e immaginazione si fondono perfettamente tramite la storia della protagonista, Emma, pubblicitaria che per lavoro si deve trasferire per qualche tempo in Arizona, nella sede di una società dalla forma cubica e straniante. Qui intreccia rapporti umani che si alternano tra amore e odio, paura e fiducia. Colpi di scena  ed emozioni sono alla base di un libro che lascia trasparire la verità solo alla fine. 

Abbiamo incontrato l'autrice e le abbiamo chiesto un po' di cose sulla storia, sui suoi personaggi e sui messaggi che intende trasmettere al lettore.

Il salto della rana è un libro mette in relazione realtà e fantasia, paura e felicità, in qualche modo anche rapporti umani e solitudine. La protagonista, Emma, prova tutto ciò. Come è nata l'idea per questa storia solo in apparenza surreale?
L' idea del romanzo viene del desiderio di parlare di doppio, dualità, interscambio: tutto in questo testo é un continuo passaggio tra dimensioni opposte, realtà e immaginazione, paura e amore per il rischio, immobilità e viaggio, vita e morte. Sopra questo obiettivo ho costruito una storia che mette insieme il rapporto tra una madre fuggiasca e una figlia fantasiosa e le relazioni della protagonista con figure maschili e femminili tutte reali... E anche no.

Emma, che lavora per un'agenzia pubblicitaria, lascia Milano per lavoro. Ma tra le pagine il viaggio non è solo in senso geografico, ma anzi, molto più estremo, come se in realtà fosse una metafora di vita. E' così?
Si, quello di Emma é un viaggio estremo, pericoloso e pieno di seduzione. Emma ci porta lontano e dentro e mi auguro che  i lettori tra le pagine sentano vicina la traiettoria che lei sta compiendo per trovare sé stessa.

Come mai hai scelto l'Arizona come destinazione?
Mi serviva un luogo altamente cinematografico, molto forte nell'immaginario collettivo e l'Arizona, con i suoi canyons, i suoi tramonti, le sue montagne rosse e  i film di cowboys era perfetto. Inoltre avevo bisogno di un luogo desertico, estremo, primitivo quasi, perché il viaggio di Emma é appunto molto ai limiti. 

Nel romanzo c'è anche una storia di passione tra Emma e Nikandros, responsabile del progetto americano. I  sentimenti si confondono, c'è una sorta di alienazione comune. Qui è tutto portato all'estremo, e il lettore capisce solo in conclusione il perchè. Come vedi i rapporti umani oggi?
In Emma, ma anche nei personaggi  e nelle personalità di  Andrea e  Maria c'é un profondo bisogno di approdare a relazioni d'amore sincere e autentiche. La protagonista, nella sua pericolosa seduzione per Nikandros, sembra spiegarci la potenza delle proiezioni della nostra mente verso il desiderio e la passione e, forse, alla fine, l'amore per lei arriverá per una strada totalmente casuale. 

Parlaci della scelta del titolo, Il salto della rana.
Le  rane saltano da una dimensione all'altra; é questa ragione "anfibia" il significato della scelta del titolo. E anche perché Emma da piccola, le ammirava in silenzio in fondo allo stagno...

Il tuo è un libro in cui sino alla fine ci sono incognite che lasciano senza fiato, che coinvolgono molto il lettore che cerca di capire cosa effettivamente stia accadendo. Da autrice, quanto è complesso riuscire a tenere sempre alta la tensione?
Tenere il lettore incollato a una storia stratificata e non svelarne i segreti se non alla fine é stato ,a momenti, complesso. Il mio obiettivo, tuttavia, era quello di prendere per mano il lettore e invitarlo a lasciarsi andare alla scrittura.

Cosa rappresenta per te la scrittura?
La scrittura é una grande parte della mia vita, una parte essenziale, una necessità. 

C'è qualche nuovo progetto lavorativo  a cui ti stai dedicando di cui vuoi parlarci ?
Si,sto lavorando al nuovo romanzo e spero di completarlo tra qualche mese. Sono molto coinvolta e fiduciosa.
 


15 ottobre '14, Fernandel
pp. 142
Prezzo di copertina: 12,00 euro
Formato Kindle: 6,49 euro
Tag:  Il salto della rana, Paola Rondini, Fernandel, intervista,

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni