Eugenio Chiocchi e i Seriamente Comici a La Montina

Per sorridere e mangiare bene senza tenere d’occhio il portafoglio

di Francesca Tommasi

Pubblicato martedi, 24 gennaio 2012

Rating: 4.1 Voti: 7
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Eugenio Chiocchi
Dal boom degli Anni Ottanta, Milano ricorda locali storici, personaggi intramontabili, grandi protagonisti che hanno fatto la storia del cabaret prima dei tanto inflazionati show televisivi.
 
La tradizione che ha fatto grande la metropoli, oggi viene esportata in Brianza, nella suggestiva cornice di un cascinale seicentesco. Tutto questo avviene a Cesano Maderno, presso il ristorante La Montina, grazie ad una collaborazione tra i gestori e la realtà di «Seriamente Comici».

A parlarci di questo progetto, Eugenio Chiocchi docente dell’Accademia Nazionale dei Comici, co-creatore del progetto Seriamente Comici e promotore del campionato mondiale della risata, festival di respiro internazionale, giunto alla settima edizione.
 


Staff di La Montina

Com’è nata quest’iniziativa con lo staff della Montina?
La nostra collaborazione è nata nel novembre 2011 quando abbiamo capito che potevamo mescolare due forti realtà, diciamo soddisfare due palati, combinando il buon mangiare alla risata. Legati da conoscenze e amicizie, abbiamo iniziato a pianificare il progetto, così ci siamo imbarcati in questa avventura, noi di Seriamente Comici e Giorgio Sangalli, proprietario del ristorante, Ester Colombo, responsabile della gestione eventi, Pasquale Sessa e Pasquale Bastelli. 

Siamo ancora nella fase iniziale di start up, ma quali sono, per il momento le iniziative in calendario?
Attualmente abbiamo in programma cinque serate, da gennaio ad aprile, nelle quali i clienti si troveranno di fronte a sorprese sempre differenti. Cabaret, varietà, intrattenimento musicale, tante alternative per tutta la famiglia, un divertimento che stupisce senza mai essere volgare. Per quest’estate inoltre, in occasione dell’anniversario della Montina, vorremmo organizzare qualcosa negli spazi esterni, magari una piccola fiera di vero artigianato. Il luogo si presta e può essere una bella opportunità per trascorrere una giornata diversa senza per questo allontanarsi troppo da casa.  

Come saranno organizzate le serate? A chi è rivolta la vostra “arte del sorriso”?
Abbiamo volontariamente deciso di separare il momento della cena da quello dello spettacolo, così da lasciare la possibilità alla clientela di godersi entrambi appieno. La serata è dunque ripartita in due momenti: ristorazione a menù fisso, ma sempre diverso, e a seguire l’intrattenimento. Abbiamo puntato molto sul rapporto qualità prezzo (32€ tutto compreso), vogliamo regalare una serata alternativa, ma accessibile e soprattutto rivolta a chiunque: adulti, bambini, famiglie, coppie, ce n’è per ogni gusto!

Ma ripartiamo dal principio. Qualcosa su di te: chi è Eugenio Chiocchi?
Chiocchi è un umile servitore del mondo dello spettacolo. Il mio vero ispiratore è stato Clemente Chiocchi, mio padre, che affrontò con onestà, ironia e sacrifici, la vita, lasciandomi in eredità questi grandi doni. Nato il 4 marzo 1977 a Napoli, nel 1982 ho lasciato la terra natia per trasferirmi a Milano con un sogno: esibirmi al Derby.

E ci sei riuscito! Da allora, tanti progetti e successi. Tra gli ultimi, in ordine temporale, Seriamente Comici: puoi dirci qualcosa di più?
Seriamente Comici è l’evoluzione del progetto «Sestocabaret», nato negli scantinati di Sesto San Giovanni nel 2001. L’idea è stata sempre quella di distinguersi, creando realtà artistiche non esistenti sempre con base sociale e culturale. I fondatori, con me, sono stati Cinzia Riva, Mariangela Spadafora, Bruno Filippini, Valeria Musso. 
Il primo esperimento, di grande successo, fu quello di creare un contenitore capace di sostenere cabaret, canto, ballo, poesia…e tanta tanta improvvisazione.
Con questo progetto abbiamo riempito teatri come l’Elena di Sesto San Giovanni, l’Astrolabio di Villasanta, il Triante di Monza; altro tassello fondamentale è stato aiutare a formare e crescere talenti, tra questi Federico Basso, Bruce Ketta, Kalabrugovic, Teresa Mannino, Francesco Rizzuto, I Turbolenti e molti altri.

Come si è evoluta questa realtà? Quale performance in particolare ti sembra che abbia attirato l'attenzione e l'interesse del vostro pubblico?
La fase successiva fu quella di creare l’«Ecocabaret», il primo gruppo italiano di comici eterogeneo portato a sensibilizzare le coscienze attraverso la risata, con tanto di spettacoli specifici per adulti o bambini. Replicatissimo! A questo ha fatto seguito «Saranno Fangosi», con una logica decisamente diversa; è una provocazione al mondo dello spettacolo per il suo stato attuale e con un recital di 90 minuti - ripartito tra comicità, burlesque, cantanti, ballerine, fotomodelle - portiamo in scena uno spettacolo che inizia alla cassa del teatro e continua in sala.

Si è parlato del fatto che adesso, tanto a Milano quanto in provincia, manchino locali che offrano una proposta come la vostra - cena e spettacolo, ma soprattutto qualità e divertimento a un prezzo accessibile. Cosa pensate che si aspettino i clienti? O ancora, cosa cercano adesso le persone nell’intrattenimento?
Rimarranno sorpresi. Peccherò di presunzione, ma quando conosceranno questa realtà ci pregheranno di trovargli un posto in sala. Sono due ingredienti fondamentali, non potranno non venire in massa!


La Montina e i protagonisti di Seriamente Comici vi aspettano per la serata inaugurale il 27 gennaio, dalle ore 20.30.
Si consiglia la prenotazione.
Per informazioni consultare il sito: www.ristorantelamontina.it

 
Saranno presenti, oltre a Eugenio Chiocchi, i comici di Zelig Giorgio Zanetti e Antonio D’Ausilio
Tag:  Eugenio Chiocchi, La Montina, Cesano Maderno, cabaret, Zelig, Seriamente Comici, Ecocabaret, Saranno Fangosi

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni