68° Mostra del Cinema di Venezia. La classe non è acqua

Tra oro, nude look e lustrini la kermesse entra nel vivo

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Venezia: la città romantica per eccellenza apre i suoi canali, i suoi ponti e le sue location immerse nell’arte per ospitare vip, fotografi e giornalisti che stanno animando la 68° edizione del Festival che rende la laguna padrona del mondo.

Che ne dite di dare una sbirciatina ai vip che dal mare approdano sulla terra per partecipare ad anteprime e feste super glam?

Apripista è l’attesissimo neo-zitello più bramato del globo terrestre: il bel Clooney che sbarca tra noi comuni mortali con l’amica di sempre, Cindy Crawford, tra le prime a sfilare - come poche sanno fare -  sul red carpet in un Cavalli mono-spalla  rosso vermiglio. Segue la ex material girl Louise Veronica Ciccone – Madonna, per chi non l’avesse capito - che ci riporta nel passato bardandosi di crocefissi, biondi capelli, trucco anni quaranta e inguainandosi in un morigerato tubino di L’Wrent Scott per presentare il suo WE.
 
Che dire invece del look della burrosa Monica Bellucci, in gara con il deludente “Un été brùlant”? Ma il suo “atto di generosità” (così definisce il suo tanto acclamato nudo ndr) ruba la scena al film e all’anonimo look bianco e nero con cui si mostra al photocall mattutino.

Ma Venezia non è solo red carpet, amiche di MRS. Venezia è anche Gucci party!
Infatti all’hotel Cipriani si è svolto il “Gucci Award for Women Cinema”, presentato dall’eclettica Maddy e dalla stilista della maison Frida Giannini, che ha visto il trionfo di Jessica Chastain per il suo ruolo di donna con la “D” maiuscola in “The tree of life” di Terrence Malick.
 
Inutile dire, che tutti i partecipanti vestivano rigorosamente Gucci; noi di MRS ci siamo perdutamente infatuate dell’audace minidress tempestato di paillettes ricamate su seta dorata, indossato da Carolina Crescentini che ne esalta spalle e curve.
Quindi ci siamo prese una clamorosa cotta per l’abito lungo in seta oro indossato da Robin Wright, perla della collezione autunno-inverno 2012. Un po’ deludente, però, l’abbinamento del clutch nero...
 

Esageratamente “troppa” Salma Ayek, che strizza vita e seni in un bustino argento con strascico e lamine tinta acciaio, un mix che finisce per appesantirne la silhouette.

Bocciata Miriam Catania con la vestaglia verde smeraldo che evidenzia malamente la magrezza dell’attrice. Poi, a causa della delicatezza e purezza della seta, risulta stropicciato, stazzonato, perdendo così di contenuti.
 
Ovviamente anche per questo evento Madonna è splendida ed irriverente e si fa immortalare dai flash con occhiali da sole e rossetto scarlatto, cinta in un modello della maison italiana con cintura in metallo, spalline e gonna lunga paillettata total black.
 
Non dimentichiamo i maschietti più affascinanti della serata: James Franco e Luca Argentero, chic e rigorosi in smoking, in linea con lo stile classico del vero gentlman.

Per il momento ci fermiamo qui. A presto mie piccole e dolci sirenette della laguna, ci vediamo su queste pagine per la chiusura della kermesse.
E che la classe sia con voi!
Tag:  68° Mostra del Cinema di Venezia, moda, Madonna, Monica Bellucci, George Clooney, Gucci

Commenti

08-09-2011 - 13:37:14 - Veronica
sentivamo la tua mancanza DEA .. bentornata e articolo SUPERRRRRRRRRRR!!
08-09-2011 - 13:58:47 - Paolo
Bell'articolo!
08-09-2011 - 14:51:30 - bomboletta
bravaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa la mia personal shopper!!
08-09-2011 - 21:29:47 - CRISTINA
come sempre il tuo stile è impeccabile, continua così non vedo l'ora di leggere il prossimo articolo.... BRAVA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
12-09-2011 - 18:39:41 - alb
w dea!
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni