I-Phone 4S e diamanti: i migliori amici delle donne!

Quando il lusso si trasferisce sulla tecnologia

di Dea Mazzilli

Pubblicato giovedì, 27 ottobre 2011

Rating: 4.8 Voti: 6
Vota:
Leggi anche:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
In principio Eva diede un morso alla mela facendola così diventare l’oggetto del peccato, nel 2011 il peccato si è trasformato in tecnologia e lusso firmato Apple.

Amiche di MRS sono nuovamente qui per parlarvi del nostro amato I-Phone 4S, che questa volta si veste da gran sera e diventa preziosissimo nella creazione, più unica che rara, del famoso designer del lusso Stuart Hughes, che ha così voluto rendere omaggio alla buon’anima di Steve Jobs, coprendo di diamanti e platino il tanto osannato mezzo di comunicazione.

Bianca e freddissima la versione disegnata da Jo-Emma Larvin per la gamma “Signature” porta nel suo perimetro ben 7,8 carati di preziosi e puri diamanti, retti da una struttura completamente realizzata in platino.
 
La mordicchiatissima e chiacchierata mela acceca di un bagliore puro grazie alla coltre di ben 5,3 carati di pietre preziose, la rigorosa e lineare scocca diventa lunare grazie alla luminosità di questo regale metallo; e se poi “condiamo” il tutto con l’avanguardia della tecnologia Apple, il gioco è fatto!
 
Di sicuro lo ameranno alla follia Paris Hilton e le sue amiche; che però devono correre se vogliono avere il prezioso oggetto… Perché ne sono stati realizzati la bellezza di soli 25 esemplari, alla modica cifra che parte da circa 24 mila euro!

Una chicca per i patiti del “genere”: Stuart Hughes ha rivisitato anche una bottiglia del famoso limoncello di Amalfi dell’Antica Distilleria Russo, con un taglio singolo da 18,5 carati per un valore di 27 milioni di sterline.
 
Crisi e recessione dove siete? ??

Alla prossima lussuosa novità tecnologica, mie pure pietre preziose rosa shokking!
Tag:  I-Phone 4S, Stuart Hughes, platino, diamanti, Jo-Emma Larvin

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni