Milano Moda Donna: Autunno inverno 2011-2012

Milano e la moda: ancora una volta il binomio perfetto attraverso lo stile, l'eleganza e le innovazioni delle grandi firme del made in Italy

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Frankie Morello, A-I 2011/12

Alberta Ferretti, A-I 2011/12
Seta per Alberta Ferretti, tricot in casa D&G, cravatte e bustini nelle irriverenti proposte di Frankie Morello. E poi Giorgio Armani, che chiude la kermesse milanese con la sua donna sempre di classe ma con una rinnovata originalità.

E ieri, a conclusione delle sfilate che hanno popolato le patinate passerelle meneghine, si sono esibiti i nuovi talenti con i progetti indetti dalla Camera Nazionale della Moda N.U.D.E. e Next Generation di cui MRS vi parlerà nei prossimi giorni.
 
La seta talvolta impalpabile e frivola, talvolta rigorosa, si fa inguainante nelle creazioni di Alberta Ferretti, che ci presenta una donna che ama i dettagli e non i fronzoli, che fa dell’abito uno status vitae e lo veste sentendosi a proprio agio in ogni occasione. Il velluto negli stivali diventa prezioso se abbinato all’abito romantico tempestato di pietre dai toni dell’ambra e del cobalto, così come il cappotto tre quarti brilla di luce propria accostato al rigore del pantalone quasi classico ma grintoso, grazie alla lana e alla seta che lo compongono.
Alberta ha voluto regalare certezze ad una donna che ama essere bella, vezzosa ed esuberante ma pur sempre di gran classe.


D&G, A-I 2011/12
Per D&G la parola d’ordine è: colore. Infatti la maison fa prender vita alla grinta sportiva, ironica ed irriverente di una dea psichedelica. Sneakers coloratissime abbinate a pantaloni stretch con mille scritte, oversize i cappotti maschili con il rever a lancia che li rende grintosi e la fodera - anch’essa variopinta - che accende gli unici pezzi tinta unita della collezione: i capi spalla. Ed ancora contrasti nelle collane colorate in antitesi alle lenti da sole rigorosamente nere.

Ci sorprende ancora una volta Frankie Morello, che ironizza sull’eterno dualismo tra femminilità e mascolinità.
Frankie Morello, A-I 2011/12
La cravatta sottile si abbina a bustini metallici ed abiti in pelle stile chiodo che vengono indossati con la più classica delle camice bianche, una sorta di donna irriverente, in carriera, che vuole imporsi con l’abbigliamento, con i tacchi trasformati in sneakers, con le giacche maschili che diventano femminili grazie alla vita sciancrata, e agli abiti a sirena, splendidi con le scollature a cuore, con pendenti preziosi e dorati che diventano via via più fitti nelle estremità.
Il pantalone si accorcia in un risvolto sopra la caviglia, la gonna è voluminosa e il rosa in tutte le sue gradazioni verrà indossato sia per il giorno che per la sera.


Giorgio Armani, A-I 2011/2011
Ed ancora la seta, il raso, i cappotti e le frange nella collezione di “Re” Giorgio Armani che mostra una donna che si differenzia per stile e per sobrietà, una donna che punta ad arricchire il suo look puntando sulla cura dei dettagli.
Sparisce il collo nei giacchini strutturati ed aderentissimi in contrapposizione a gonnelloni a palloncino rigorosamente sopra la caviglia. Sete impalpabili nei preziosi abiti da sera che fanno della stola un accessorio fondamentale per la completezza del capo. Le calzature sono rasoterra, quasi a dare assoluta importanza per prima cosa alla donna e poi al capo che indossa.

In questa kermesse MRS ha scelto per voi questi quattro moschettieri della moda che hanno fatto, fanno e faranno la storia di essa, creando, distruggendo, osando e dando certezze.

Attaccateli, copiateli ed amateli, ma fate del loro il vostro stile. La moda in fondo siamo tutti noi, per la strada, in ufficio, a fare la spesa, al ristorante e nel tempo libero.
Perché come disse mademoiselle Cocò: “La moda passa lo stile resta”.
Tag:  Milano Fashion Week, A-I 2011/2012, Alberta Ferretti, D&G, Armani, Frankie Morello

Commenti

02-03-2011 - 11:27:20 - Giorgio
Questa volta ti sei superata! Complimenti! Concordo con D&G .. l'Italia deve puntare sul colore!! .. Lo disse Lapo Elkann al Pitti Uomo .. una garanzia?
02-03-2011 - 11:29:38 - Jenny
Bello!
02-03-2011 - 11:45:46 - Irene
La collezione di D&G è orribile, ma che ti sei fumata??
02-03-2011 - 12:04:39 - Dea
Roba buona, visto che a me non dispiace... immaginatela scomposta, il blazer nero taglio uomo over size con la fodera coloratissima ed una t-shirt + jeans + sneakers, oppure abbina le casacche in seta colorate con scritte ad un pantalone nero rigoroso.. mica male no? Dai staccati dagli schemi!! ILY
02-03-2011 - 13:29:37 - Cecilia
E come sempre mi stupisci con tutte queste novità!!! E' bello leggere sempre i tuoi articoli! Credo che forse è ora di tirare fuori questi colori, basta con nero, grigio e colori scuri... Grazie per i tuoi consigli sempre preziosi!!! Bello! bello! mi piace.
02-03-2011 - 13:41:02 - Paolo G.
Brava Dea hai scritto benissimo complimenti!
02-03-2011 - 13:43:09 - Aug DB
Ho un vecchio pile supercolorato e cangiante .. piacerebbe a D&G .. bell'articolo Dea, ti leggo sempre con attenzione ...
02-03-2011 - 14:21:50 - Dea
Il pile però solo in montagna con tanta tanta neve eh! Grazie Aug DB
03-03-2011 - 20:57:56 - cri
sei mitica!!!! Continua così le tue fans ti seguiranno sempre....
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni