Democrazia paritaria e Regione Lombardia: nodi da sciogliere

L’Associazione "Articolo 51" ha deciso di fare ricorso contro la Giunta Formigoni, composta da 16 uomini - compreso il presidente - e una sola donna

di Valentina Paternoster

Pubblicato martedi, 22 giugno 2010

Rating: 4.0 Voti: 1
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci

Nuova Giunta, nuovi guai, almeno così pare.
L'associazione Articolo 51 presenterà ricorso davanti al TAR, motivato dalla volontà di vedere rispettati i principi di “riequilibrio tra entrambi i generi negli organi di governo” e di “democrazia paritaria” inclusi nello Statuto della Regione Lombardia, recentemente approvato (rif. articolo 11, dedicato all’ “Uguaglianza fra uomini e donne. Pari opportunità”).

Angela Ronchini, presidente della neonata associazione, afferma: "Abbiamo tempo fino al 28 giugno per presentare i 16 ricorsi necessari contro la giunta, corrispondenti alle 16 delibere pubblicate sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia riguardanti la carica del Presidente e dei 15 assessori uomini designati. Abbiamo dato mandato alle avvocate Ileana Alesso e Marilisa D’Amico: non sarà una strada facile, ma siamo sicure che il TAR ci darà ragione. Una volta ottenuto il pronunciamento del TAR spetterà al Presidente Formigoni e alla Giunta valutare il da farsi: spetterà loro assumere una posizione politica di fronte alle 5.000.000 di donne lombarde. Spetterà alle segreterie, ai coordinamenti regionali e quant'altro dei partiti facenti parte del Consiglio Regionale pronunciarsi sulla concreta determinazione all'applicazione delle Pari Opportunità, che, inevitabilmente, dovranno passare dall'ideologico all'effettivo".
L’associazione è forte di un altro successo: il ricorso contro la giunta di Borgaro Torinese, il cui sindaco, ancor prima del pronunciamento del TAR, ha provveduto a un riequilibrio di genere nella spartizione delle cariche.

La strada è accidentata e lunga, ma le volontà radunatesi intorno al progetto di imposizione per legge della presenza delle donne nei posti di comando (vista la ritrosia delle forze politiche ed economiche) sono determinate e supportate: tante infatti le associazioni e i singoli, di qualunque appartenenza politica, che hanno sottoscritto il ricorso.
Attendiamo dunque la presentazione della documentazione al TAR e l’avvio del count down: il tribunale si esprimerà entro 30 giorni dopodiché la parola passerà alla Regione.


Tag:  Formigoni, TAR, Democrazia paritaria, pari opportunità, Articolo 51

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni