Gender Equality e Diversity Management: il primo master in Italia

Iscrizioni ancora aperte! Quando la formazione (e la cultura) fanno la differenza.

di Valentina Paternoster

Pubblicato mercoledì, 22 febbraio 2012

Rating: 4.3 Voti: 12
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
A breve partirà il primo master dedicato agli studi di genere e al Diversity Management per gli esperti e le esperte del settore. Abbiamo intervistato Barbara De Micheli, coordinatrice del corso, che ci ha spiegato perché in Italia un master così non c'era ed è così importante che ora ci sia.


La situazione italiana non è delle migliori e i tagli del governo rischiano di affossare (ancora una volta) quelle discussioni sul ridisegno del welfare familiare. Voi andate controcorrente: cosa vi ha spinto a pensare un master dedicato alla cultura e formazione di genere?
La Fondazione Brodolini si occupa da un decennio di politiche di Gender Equality, coordina i network della Commissione Europea di esperti in genere, occupazione e inclusione sociale e da dicembre 2009 è editore del magazine online ingenere.it, punto di riferimento nello scenario nazionale per le analisi economiche di genere. La nostra convinzione è che per uscire dalla crisi sia necessario puntare sulle donne, valorizzare le competenze e le risorse che rappresentano. Per saperne di più vi invito a leggere le proposte per un “Pink New Deal” nella newsletter di ingenere.

Gender Equality e Diversity Management sono termini nuovi per la politica italiana: di cosa si tratta e come influenzano la vita delle italiane e degli italiani?
Sono temi nuovi che stanno riscuotendo un grande interesse. Per Gender Equality si intende un approccio culturale per la parità di genere in tutti gli ambiti delle iniziative politiche. In altri termini, si tratta di superare la logica delle politiche per le donne e andare verso un’attenzione alle questioni di genere nella definizione di tutte le politiche, anche quelle che in apparenza sembrano non avere un impatto di genere. Si pensi, ad esempio alla politica dei trasporti, che sembra neutra rispetto al genere mentre non lo è, visto che le donne usano più degli uomini ed in modo diverso i mezzi pubblici e quando un Comune si trova costretto a tagliare le linee periferiche, di fatto, crea maggiori disagi alle donne che agli uomini. Per Diversity Management, invece, si intende la capacità di una organizzazione, pubblica o privata, di valorizzare e fare leva sulle diversità delle proprie risorse umane per generare valore e aumentare la propria competitività. In entrambi i casi si tratta di adottare un approccio di sistema, che permetta di considerare le differenze e un valore e crei le condizioni per migliorare le condizioni di lavoro e di vita per tutti. Credo che, in questi termini, e alla luce della crescente multi etnicità della società italiana, questo sia un impatto potenziale molto interessante.

Quali saranno i contenuti del vostro master e perché farlo? Quali requisiti sono necessari?
Il master offre la possibilità di acquisire le conoscenze, le competenze e gli strumenti per sviluppare questo approccio alla progettualità delle politiche di gender equality e di gestione delle diversità. Infatti, in termini di contenuti, unisce lezioni teoriche di livello universitario sui diversi ambiti delle politiche di genere (normativa ed istituzioni, politiche di welfare, mercato del lavoro, bilanci di genere, comunicazione di genere), alle testimonianze dei protagonisti che operano per le pari opportunità nelle istituzioni e nelle imprese. A completamento del percorso ogni week end prevede quattro ore di laboratorio di progettazione (work shop) che permetteranno ai partecipanti di imparare come si scrive un progetto, sia nell’ottica dell’accesso ai finanziamenti pubblici (soprattutto europei) sia dello sviluppo all’interno di un’organizzazione. Per partecipare è necessario avere un interesse per il tema, essere in possesso di una laurea (anche una laurea breve) oppure di un’esperienza sul campo, anche presso associazioni di volontariato.

Come iscriversi?
Le iscrizioni al Master restano aperte fino al 29 febbraio con uno sconto del 20% per gli ultimi 3 posti disponibili.

Come possiamo seguirvi?
Potete seguirci sul sito di www.ingenere.it e su LinkedIn, nel gruppo di discussione che si chiama come il Master, “Gender Equality e Diversity Management”.

Per maggiori informazioni sul Master possiamo visitare il sito di FGB Learning e scrivere a info@fgblearning.it
Tag:  Gender Equality, Diversity Management, formazione, pari opportunità

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni