Google cerca l'algoritmo per le quote rosa

Poche donne ai vertici, l'azienda americana si pone il problema e cerca la soluzione con... la matematica

di Valentina Paternoster

Pubblicato martedi, 28 agosto 2012

Rating: 4.9 Voti: 11
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Situazione preoccupante in Google: dopo l'avvento al vertice di Larry Page e il conseguente avvicendamento della classe dirigente, poche le donne presenti negli uffici di una delle aziende più importanti della Silicon Valley. Situazione ulteriormente aggravata dalle dimissioni di Marissa Mayer, diventata meritatamente CEO di Yahoo!.

Quale la soluzione più a portata di mano? Per l'azienda che sforna algoritmi per la ricerca dei contenuti spammati ogni giorno da milioni di utenti sul web la soluzione risiede nella matematica. Dunque gli ingegneri sono al lavoro per creare una formula in grado di capire in quale momento della propria carriera le donne di Google si arrendono e perché.

Ma siamo sicuri che serva il lavoro di matematici, statistici e ingegneri per capire un fenomeno comune a molte aziende, americane e non solo? Anche in Google sussistono quei fenomeni comuni alle imprese della Silicon Valley. Il lavoro ingegneristico è perlopiù maschile: ciò però non significa che non ci siano brave ingegnere che meritino di fare parte di una realtà innovativa quale è Google. Le donne manager sono poche: ma se quelle che ci sono vengono anche allontanate dai team strategici che decidono il futuro dell'azienda, come successo a Marissa Mayer, non possiamo aspettarci di trovare un equilibrio di genere tra la dirigenza.

Per risolvere lo squilibrio di genere all'interno delle aziende, e non solo ai vertici, non sarà solo importante assumere più donne: sarà necessario ripensare il modo in cui si lavora, premiando impegno, intraprendenza e produttività piuttosto che presenzialismo e apparenza. Non solo, ma sarà necessario introdurre anche dei criteri oggettivi per premi e incentivi, per aumentare così le promozioni e gli avanzamenti di carriera per le donne. E non sarebbe male aggiungere anche una sana educazione ai principi dell'uguaglianza di genere.

Perché, sotto sotto, tutti gli uomini sono un po' disgraziatamente maschilisti. E non solo in Italia.
Tag:  Google, quote rosa, Merissa Mayer, Yahoo!

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni