Stai zitta cretina

Tre giornate per fermare la violenza sulle donne e dare loro la parola

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
I fatti di cronaca ci pongono davanti alla consapevolezza che noi donne non siamo ancora totalmente al sicuro. Anzi, si riscontrano continuamente innumerevoli casi di violenza e di negazione dei diritti.

Siamo Pari! rinnova l’appuntamento milanese dando parola alle donne proprio in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne, attraverso una rassegna cinematografica nata in collaborazione con il mensile Nik che ha l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sulla condizione femminile in contesti difficili.

Ma la violenza che subiscono le donne non è solo fisica. C’è anche quella psicologica, che risulta essere ancora più diffusa e difficile da essere individuata. Non dobbiamo quindi sottovalutare questa condizione guardandoci semplicemente attorno e scrollando le spalle.

In molti paesi, soprattutto nel Sud del Mondo, le donne sono quotidianamente soggette a discriminazioni, vengono insediate, manipolate. Intervita questo lo sa e ha scelto il cinema come canale per diffondere la parola delle donne, per dare loro la possibilità di esprimersi, rifiutando di sentirsi dire: “Stai Zitta Cretina”.

Siamo Pari! porta quindi a Milano inediti del cinema internazionale e italiano, un viaggio attraverso i 5 continenti. A partire da venerdì 23 novembre, ci saranno tre giorni di proiezioni, dibattiti, tavole rotonde e spunti per parlare del ruolo delle donne nella società contemporanea, dal Nord al Sud del mondo.

La rassegnasi chiuderà doenica 25 novembre con il Premio Intervita, un riconoscimento per un'attrice o una regista che si è messa in evidenza per il suo ruolo cinematografico o pubblico in difesa delle donne.


Per approfondire questi argomenti: http://iodonnanonhopaura.blogspot.com
Per scaricare il programma clicca qui
Tag:  Siamo Pari!, Stai zitta cretina, rassegna cinematografica, Milano, violenza sulle donne, Premio Intervita, Nik

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni