Ibiza: il caldo inverno dell’isla

Un’isola tutta da scoprire non solo nei caldi mesi estivi

di Stefano Massa

Pubblicato domenica, 11 dicembre 2011

Rating: 4.4 Voti: 19
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Con i celebri closing party di fine settembre tutti gli anni chiude i battenti ufficialmente la stagione estiva di Ibiza.
E dopo? Tutti a casa? Secondo voi sull’isola più trasgressiva del mondo inizia un lungo letargo invernale?
 
Neanche per idea! Se le megadiscoteche chiudono, l’isola cambia pelle, e parte una nuova divertente stagione fatta di locali, magari più piccoli e meno affollati, ma sempre molto cool e con pirotecniche feste a tema. Insomma l’Ibiza invernale è tutta da scoprire…
 

Il nostro viaggio nell’isola del divertimento inizia dal club di culto, il Pacha, l’unica megadiscoteca a non chiudere  d’inverno.
Il venerdì e il sabato sera sono un susseguirsi di spettacoli musicali e di dj di altissimo livello.  Qualche nome? Defected in the house, Dj Tuccillo, il leggendario “La troya” (show di punta dell’Amnesia, ma che quest’anno il 2 ed il 10 dicembre si è trasferito al Pacha) lo spettacolare Houseworld di Fernando Pablo Link con Dj  Joan Ribas. 
Di fronte al Pacha, non va dimenticato “El hotel” (l’hotel della catena Pacha): nei suoi saloni, durante il week end, non mancano mai feste a tema e sfilate con dj e vip da tutto il mondo. Per seguire le iniziative del Pacha basta iscriversi su facebook al gruppo “Pacha winter ibiza”!
 
Ed oltre il Pacha? L’epicentro della movida è indubbiamente Marina Botafoch, dove ha luogo un susseguirsi di appuntamenti per i nottambuli. Segnalo innanzitutto il Sushi point, un ristorante dedicato al sushi, in cui non manca mai qualche buon dj con eccellenti set. Il martedì sera, poi, si celebra la Women’s Night: una serata molto rosa shokking dedicata alle donne e ricca di sorprese.
Sempre a Marina Botafoch è aperto uno dei locali più sfiziosi dell’isola: il Bubbles. La location è oltremodo intrigante, con un design d’interni molto particolare. E’ aperto tutte le sere tranne il lunedì, ed in consolle si alternano i migliori dj dell’isola: il giovedì sera si celebra la festa trendy Deep Houseworld Bizarre, organizzata sempre da Fernando Pablo Link.

Ancora a Marina Botafoch  segnalo due ristoranti: la Trattoria del Mar, con un ambiente trendy per pranzi e cene accompagnati da raffinati sottofondi musicali. E il Madrigal, ristorante dedicato alla cucina iberico mediterranea: il venerdì sera, con la regia della vulcanica Leo, fino al 10 gennaio si celebrerà il “Friday Party” con buffet e dj live. Quindi, sempre in zona, una puntatina al Cafè Sidney è doverosa.

A poca distanza da Marina Botafoch c’è il Grial: qua, nel week end, è possibile ascoltare buona musica e partecipare a feste intriganti. Mentre, sul lungomare, nel week end funziona anche il Keeper, che aggrega buona parte della comunità latinoamericana dell’isola.
 
Da Marina Botafoch ci spostiamo a Playa d’en Bossa: la zona più festaiola di Ibiza, nei mesi invernali assomiglia a una ghost town. Quest’anno, però, a risvegliarla dall’apatia ci pensano due club.
 
Il primo è Nassau beach, location di culto nei mesi estivi, che resterà aperto fino al 7 gennaio il venerdì ed il sabato tutta la giornata, con feste a tema e dj da tutto il mondo, e la domenica solo nelle ore diurne. Tra le iniziative più vivaci segnalo la festa del 10 dicembre: la House of Bach, tutta da scoprire…
 
Altro locale estremamente intrigante e operativo a Playa d’en Bossa è  lo Shardana: i party si celebrano solo il venerdì sera dalle 20 alle 3 di notte circa, la location è molto suggestiva, il buffet è ricco e la musica imperdibile (in consolle si alternano sempre due dj). Partecipare per credere!
 
A Ibiza centro, poi, un must è la puntatina a Plaza del Parque,  con la sua miriade di disco bar aperti tutto l’anno (dove è possibile pranzare a buon mercato con eccellente cucina  spagnola al ristorante “Bon profit”). Inoltre, a pochi metri da Plaza del Parque, per gli amanti della musica dal vivo, è possibile ascoltare tutte le sere dei vivaci concerti nel club “Teatro pereyra”.
 
La lista delle opportunità per far tardi finisce qui? Assolutamente no! Ad esempio a Jesùs  la serata inizia al ristorante “La vineria”, mentre  a contrada San Juan è aperto solo il venerdì sera un altro dei locali più suggestivi dell’isola, l’Aura, alla cui consolle suona Dj Antz.
 
Sull’isola vengono organizzate anche molte iniziative itineranti a tema: una delle più celebri è il Rewind After Tea Party di Gloria Geseri, una festa che inizia all’ora del Tea e che va avanti fino a notte inoltrata, con la musica del Dj resident Miguel Garji di Ibiza global radio e con ospiti vari tra cui Dj Tuccillo. Il primo appuntamento è stato al Nagai l’8 dicembre e presto ne seguiranno di nuovi!
 
Il nostro viaggio nella ibiza invernale, per ora, finisce qui. Chi immaginava che l’isola fosse silente e sonnacchiosa nei mesi meno caldi, è stato clamorosamente smentito.

Ma, attenzione: l’inverno ibizenco non dura molto… A partire da metà marzo sarà già tempo di riscaldare i motori per le aperture della stagione estiva 2012.

Ma di questo avremo tempo e modo di parlare nei prossimi appuntamenti dedicati alla movida di Ibiza!
 


Per saperne di più, qualche link:
 
Tag:  Ibiza, inverno, Pacha, Playa d’en Bossa, Marina Botafoch, Rewind After Tea Party

Commenti

11-12-2011 - 18:35:22 - Luca
Il caldo inverno ibizenco non tradisce mai. Infinito Nassau! Ci vediamo per i vari Opening!
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni