Ritorna il pop sognante delle Vivian Girls

Share the Joy conferma la formula vincente del terzetto newyorkese

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Di certo le Vivian Girls non hanno l'aspetto delle rockstar. Ma l'apparenza inganna: se anche non hanno (ancora?) conquistato le vette delle classifiche, il trio può comunque vantare un discreto seguito, innanzitutto nel circuito garage pop di Brooklyn, che però si sta allargando ed espandendo anche all'estero. C'è sempre un certo atteggiamento nei confronti delle formazioni tutte al femminile, come se solo per questa caratteristica dovessero essere considerate una categoria a parte nel mondo della musica rock e simili. Spesso, in realtà, questa è una scusa che fa comodo alle artiste stesse, per giustificare quella che, andando oltre a qualsiasi distinzione di sesso, andrebbe semplicemente riconosciuta come mancanza di talento o creatività. Per fortuna, non è il caso delle Vivian Girls, sebbene ad un primo ascolto possano ingannare.

Basta prendere come esempio un estratto di Share the Joy (Polyvinyl Records, 2011)- terzo album delle Vivian Girls - intitolato Dance (If You Wanna): un brano leggero, una linea melodica abbastanza ripetitiva e un semplice riff di chitarra alla base del pezzo. In realtà l'approccio lo-fi che è tratto distintivo delle Vivian Girls rivela un uso calibrato sia delle voci, sia degli apparati strumentali. Non rivoluzioneranno certo il mondo della musica, ma con Share the Joy si confermano come punto di riferimento per quel garage pop che tanto sta infervorando la scena newyorkese in questi ultimi anni.

Melodie orecchiabili e musiche da fischiettare dunque, ma condite con sapienti e ben strutturate armonie vocali che conferiscono un particolare carattere etereo e onirico ai brani delle Vivian Girls e risvegliano le atmosfere di un lontano mondo anni Cinquanta. E' il caso di Take It As It Comes, ma anche della più propriamente rock Sixteen Ways e nella conclusiva Light In Your Eyes, dai toni più cupi ma anche qui stemperati dalla dolcezza del timbro vocale delle tre musiciste.

Forse le Vivian Girls potrebbero osare di più, giocando con intrecci e contrasti vocali. Ma forse, a quel punto non sarebbero più le Vivian Girls.


Da YOUTUBE:

Take it as it comes

Dance (If You Wanna)

Video ufficiale- I Heard You Say
Tag:  Vivian Girls, Recensioni album, Share the Joy, Musica Rock

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni