Calcio e corruzione, tutto il mondo è paese!

La sconvolgente confessione di un ex arbitro portoghese corrotto

di Valentina Resta

Pubblicato martedi, 17 maggio 2011

Rating: 4.9 Voti: 14
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Moglie e buoi dei paesi tuoi. Nel bene e nel male siamo italiani, la nostra è una tradizione che ci inorgoglisce per tante conquiste, ma che al contempo ci deprime per altre. Guardando allo sport, indubbiamente, l’evento che ha contraddistinto in negativo l’ultima decade è Calciopoli.

Un fenomeno che per me, che vivo di questo mestiere, ha significato tanto, e che, sebbene siano trascorsi già cinque anni, non finisce di trascinarsi dietro polemiche e rivalità. Il calcio della penisola è uscito devastato da un’ondata di corruzione che ha sostanzialmente distrutto l’allora regina del calcio nazionale, la Juventus, penalizzato altre società, e di fatto compromesso un’immagine fino ad allora quantomeno rispettata del nostro paese.

Un piccolo grande riscatto la nostra Italia l’ha avuto grazie all’indimenticabile trionfo nei Mondiali dello stesso anno, così come attraverso la vittoria della Champions League del Milan la stagione seguente. Ma i detriti del terremoto Calciopoli sono tutt’altro che alle spalle…

Da tutto il globo sono piovute critiche, parole di vergogna e prese di distanza nei confronti del nostro calcio. Ricordo come fosse ieri le frasi di un Josè Mourinho che si diceva imbarazzato, se non letteralmente schifato all’idea di far crescere i suoi figli in una simile realtà, di dar loro da mangiare grazie al denaro di questo ‘sporco’ mondo. E proprio perché queste dichiarazioni sono rimaste impresse nella mia memoria, non posso fare a meno di condividere un video che da pochi giorni imperversa sulla rete, e che apre a nuovi imbarazzanti scenari. Questa volta, però, l’Italia non c’entra proprio niente.


Jacinto Paixao

Il teatro di questa sconcertante rivelazione è il Portogallo
. Nelle immagini, l’ex arbitro portoghese Jacinto Paixao, timoroso di ritorsioni ai danni della sua famiglia – segno di minacce ripetute a suo carico - confessa di aver accettato tangenti dal Porto, allora allenato proprio da Josè Mourinho, per diverse stagioni. Paixao rivela di aver ricevuto regali dal club, tra cui un viaggio in Marocco e favori sessuali. La vicenda è lungi da trovare un punto, anzi, la sensazione è che un nuovo imbarazzante capitolo del calcio moderno stia per aprirsi…


‘Moglie e buoi dei paesi tuoi’, dicevo all’inizio, ma forse ‘tutto il mondo è paese’ è il detto più azzeccato!
Tag:  Calciopoli, Portogallo, Josè Mourinho, Porto, corruzione

Commenti

17-05-2011 - 16:21:08 - Anna
Ma non mi dire!!!! Avvisiamo subito il dr. Moratti, altrimenti rischia di ingaggiare di nuovo questo sedicente onesto!!!! :0)
19-05-2011 - 16:09:22 - Paoletta
Tanto, vero o non vero, metteranno subito a tacere tutto, come hanno fatto finora!
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni