Milano, più ombre che luci

Il declino della Milano del pallone, in un tempo non lontano capitale del calcio europeo

di Valentina Resta

Pubblicato martedi, 21 maggio 2013

Rating: 5.0 Voti: 17
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Milano barzelletta d’Europa e non più capitale del calcio? Detta così suona forte, ma forte non significa bugiarda. Per maggiori informazioni rivolgersi a Silvio Berlusconi e Massimo Moratti.

Il Milan stacca, tra mille polemiche, il pass per i preliminari della prossima Champions League con un allenatore a intermittente rischio siluro. Massimiliano Allegri, fosse dipeso dal solo presidente, sarebbe stato salutato già l’anno scorso. Indimenticabile e irripetibile il labiale intercettato dalle telecamere durante la partita di coppa contro il Barcellona, segno inconfutabile del malcontento  di Berlusconi verso il gioco espresso, o meglio NON espresso, dal Milan.

Quest’anno il patron non si limita a muovere le labbra nella più che discutibile intimità della tribuna. Dal “non ci capisce un ca…o” sussurrato in dialetto veneto nel corso di un evento elettorale nel padovano, all’ufficioso esonero tramite presunta lettera inviata a Biscardi e resa pubblica in tv durante il celebre "processo" sportivo, passando per il vero e proprio bidone scaricato alla vigilia dell’ultimo e delicatissimo match di campionato a Siena, quando Berlusconi, atteso in conferenza stampa, ha ben pensato di non presentarsi. Il presidente del Milan ha le idee chiare, ma non sembra riuscire a gestirle e comunicarle nei modi più opportuni. Scaricare il tecnico prima della partita chiave di un’intera stagione sarebbe apparso di certo poco ortodosso, ma esistono di sicuro modalità più professionali di un annuncio televisivo, peraltro smentito all’istante dal sito ufficiale del club, per chiudere un rapporto di lavoro. Che poi di questo si tratta, della semplice chiusura di un rapporto di lavoro. Aperta parentesi: di divorzio ufficiale, per il momento e nonostante le voci sull’approdo di Clarence Seedorf sulla panchina rossonera si facciano sempre più insistenti, ancora manco a parlarne.

Quanto alla squadra, obiettivo raggiunto. Soffrendo, mal giocando, e anche cazzeggiando – si può dire cazzeggiando? – sui social network. Sì, perché dovete sapere che il ringiovanimento della rosa si porta dietro mode e abitudini che probabilmente poco si addicono alla condotta che ci si aspetterebbe da professionisti seri. Curiosare per credere: i rossoneri sono scatenati su Twitter!

Non se la passano tanto meglio sull’altra sponda del Naviglio. Confermato da Massimo Moratti nei giorni pari come in quelli dispari Andrea Stramaccioni, protagonista con la sua Inter di un’annata più che mai disastrosa. Sedici sconfitte in campionato, 57 gol subiti contro i 55 realizzati, un nono piazzamento che qualifica i nerazzurri ai soli preliminari di Coppa Italia, roba da non dormirci la notte. Ma, dicevamo, allenatore confermatissimo. Il patron investe su un progetto a lunga scadenza, il turn over sfrenato del passato è un ricordo lontano. Non si cambiano più i tecnici come fossero figurine. Del resto non è tutta colpa di Stramaccioni: infortuni record, scelte di mercato e decisioni societarie quantomeno opinabili. Tutto fa brodo.Ci sta. Vero?

Ma con Moratti non c’è mai da star tranquilli. La parola del patron dura il tempo di un sospiro. Il numero 1 nerazzurro avrebbe infatti già confidato a un giornalista la sua intenzione di salutare il buon Stramaccioni e di affidare la barca a un nuovo condottiero (Mazzarri?), sperando che almeno lui riesca a salvarla dalla deriva.

Ah, lo stile milanese!
Tag:  Milan, Berlusconi, Allegri, Stramaccioni, Moratti, esonero, tecnico, barzelletta

Commenti

22-05-2013 - 10:31:12 - Fabio
Bravissima! Di questo passo non conteremo più nulla!
13-06-2013 - 13:49:10 - Luigi DeLuca
Valentina Resta quella che una volta scriveva per eurosport? Non era e non è il tuo mestiere. Scribing in modo infantile e banale
17-06-2013 - 08:58:43 - Valentina Resta
Carissimo Luigi, sono ovviamente dispiaciuta di non incontrare il tuo gusto. Sono sicura che troverai su questo splendido giornale online qualcosa di tuo gradimento. Farò comunque tesoro delle tue parole per risultare anche ai tuoi occhi meno infantile e banale. Le opinioni, se espresse educatamente, non possono che essere costruttive. Buona giornata! Valentina
19-06-2013 - 12:52:06 - Luigi DeLuca
Questo giornale lo legge mia moglie che mi ha fatto leggere questo pezzo pensando che fosse interessante e mi ha fatto notare la tua risposta. Mi era caduto l'occhio sulla firma e mi ricordavo qualcosa di tuo su eurosport, sito che ora non frequento più perché mi sembra precipitato per qualità di articoli e frequentazione. Sicuramente piacerai ad atri, non si può piacere a tutti. Ho letto altro di tuo e davvero non mi piaci. Pazienza. Meglio se ti concentri nel piacere ad altri. Buona giornata anche a te.
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni