Il cougar effect: la rivincita delle quarantenni

Da Cougar Town a Desperate Housewives passando per le ex ragazze di Sex & the City. Perché i 40 sono i nuovi 20!

di Elisa Rossini

Pubblicato lunedi, 7 giugno 2010

Rating: 4.7 Voti: 3
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Lo chiamano "cougar effect " e i risultati si notano in tv, al cinema e persino nei negozi. Prende il nomedal termine inglese cougar che si riferisce alle donne mature (over 40) che hanno relazioni con uomini molto più giovani di loro. In America, oltre che sui vari red carpet e sulle riviste di gossip, il “fenomeno cougar” è stato al centro di una nuova serie televisiva. Parliamo di “Cougar town”, una sit-com della ABC dove l’ex Monica di “Friends”, Courtney Cox, è una donna divorziata con figlio adolescente a carico che si gode la vita di “single di ritorno” in compagnia di giovani e aitanti ragazzi, anche se poi si ributta sui coetanei. Nessuna paura ad ammettere che quella cicatrice sulla pancia è il “regalo” di un cesareo e tanta autoironia nel guardarsi allo specchio sorridendo al corpo non più tonico come un tempo.

Il termine cougar ha un’accezione negativa in lingua inglese, ma ormai il fenomeno sta prendendo piede ovunque e il modello sembra essere positivo. Al cinema, in Italia per lo meno, “Sex & the City 2” sta sbancando ai botteghini e ha in Samantha Jones (interpretata da Kim Cattrall) la sua protagonista più cougar. Una donna forte, indipendente, l’unica ancora single del gruppo che teme l’invecchiamento e la menopausa, eppure ammette candidamente di avere 52 anni e continua a fare la vita di una ragazzina. Merito forse del fisico statuario o della finzione cinematografica, eppure la stessa Kattral ha dichiarato che il suo personaggio l’ha aiutata nella vita reale. “Grazie a Samantha sono diventata più sicura di me e coraggiosa, tanto che anche la mia vita amorosa ne ha giovato” (Kim, guarda a caso, è proprio il tipico esempio di “femmina cougar”: il suo ex fidanzato, Alan Wyse, aveva una ventina d’anni meno di lei).

E non mancano esempi anche in “Desperate Housewives”: nella prima serie una delle protagoniste, Gabrielle (Eva Longoria Parker), aveva una relazione con l’aitante e giovanissimo giardiniere (addirittura minorenne). Nell’ultima, invece, è Susan (Teri Hatcher, classe 1964) ad esibirsi in un conturbante spogliarello, mostrando un fisico che farebbe invidia a qualunque teenager.

Non stupisce di certo che l’effetto cougar si faccia sentire anche nel marketing: in Inghilterra i negozi di biancheria intima hanno registrato un aumento del 117% nelle vendite di intimo per ultra quarantenni. Ispirate dai modelli cinematografici e televisivi le donne inglesi hanno messo mano al coraggio e al portafoglio (tra l’altro molto più capiente di quello delle colleghe ventenni) e hanno incominciato a fare incetta di completini sexy. Tanto che Marks & Spencer, nota catena di grandi magazzini inglese, ha creato una linea di biancheria intima per sole donne over 45.

Forse è merito anche del fatto che il sesso sembra migliorare con l’età: l’Health Plus Magazine ha pubblicato una ricerca seconda la quale il 77% delle donne intervistate (rigorosamente over 40) si gode la propria vita sessuale molto più ora che non vent’anni fa.

E allora brindiamo perché invecchiare non è mai stato così hot!
Tag:  cougar effect, ultraquarantenni, Cougar Town, Sex and the City, Desperate Housewives

Commenti

12-06-2019 - 06:19:07 - gianluca
Giusto cosi', lo facciamo anche noi maschietti
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni