A tu per tu con Elisa Sommariva, direttamente da Bake Off Italia

Intervista alla più giovane concorrente della prima edizione di Bake Off Italia

di Laura Argelati

Pubblicato mercoledì, 8 gennaio 2014

Rating: 5.0 Voti: 30
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Eliminata dalla prima edizione di Bake Off Italia al termine della semifinale, perdendo per un soffio la possibilità di giocarsi la finale del programma tv condotto da Benedetta Parodi e vinto da Madalina Pometescu, la giovanissima Elisa Sommariva ha salutato questa esperienza con l’approccio positivo e solare che ha contraddistinto tutto il suo intero percorso in trasmissione: “Non voglio lasciare il programma con una lacrima, ma con un sorriso”.

E’ stata considerata la cucciola del gruppo data la sua giovanissima età (19 anni), eppure ha saputo tenere il passo con tutti gli altri concorrenti, sfoggiando molta tenacia e il sorriso sulle labbra.

Non è mancato qualche breve momento di sconforto, quando la gara sembrava farsi troppo ardua per sfornare una performance in grado di deliziare i giudici… Ma Elisa ce l’ha sempre messa tutta e il suo impegno, il suo talento e la sua passione l’hanno condotta sino alla semifinale, quando però solo Emanuele, Madalina e Lucia hanno conquistato l’accesso all’ultima puntata del programma, l’ultima sfida per contendersi la corona di primo pasticcere amatoriale d’Italia.

Elisa è oggi ospite di Mondo Rosa Shokking per una chiacchierata a proposito di se stessa, della sua esperienza a Bake Off Italia e della sua passione per la pasticceria: una chiacchierata nella quale non si è assolutamente risparmiata dimostrando ancora una volta la sua schiettezza, la sua genuinità e la sua dolcezza.

Ciao Elisa, benvenuta su Mondo Rosa Shokking! Ci racconti qualcosa di te per presentarti ai nostri lettori?
Ciao lettori di Mondo Rosa Shokking! Sono Elisa, una semplice ragazza di 19 anni che ha una grandissima e fortissima passione… quella per la pasticceria! Oltre alla pasticceria altre due cose sono fondamentali nella mia vita, ovvero la mia famiglia, che mi sostiene sempre e comunque, e i miei amici, coloro che per me ci sono stati in ogni occasione, coloro che mi regalano i momenti più belli ed entusiasmanti della mia vita e con i quali sono cresciuta.

La tua passione per la pasticceria come e quando è nata?
La mia passione per la pasticceria nasce da piccola. Con la zia e la nonna in Piemonte preparavo crostate e biscotti in continuazione, ma anche durante le vacanze in montagna facevo le torte per la colazione con il mio papà; per me era un momento magico “fare la torta” perché mi attirava impastare, mischiare ingredienti, decorare, fare le formine. Ogni volta che si avvicinava il momento di preparare una torta ero al massimo dell’umore perché mi rendeva felice… e così una volta cresciuta, è aumentata la curiosità e la voglia di fare, ma a mio parere è stato soprattutto il cuore che mi ha spinto ad approfondire questa grande passione, tanto da voler realizzare il mio primo dolce per la maturità di mia sorella Chiara.

Sei giovanissima ma hai un grande talento e tanta passione: che cosa rappresentano per te le ore passate a preparare dolci, biscotti e altre squisitezze?
Beh… potrebbe essere infinita questa risposta ma cercherò di essere il più breve possibile.
Quando mi chiudo nella mia cucina per preparare una torta, il mondo al di fuori non esiste perché per me il mondo in quel momento è proprio la mia cucina; mentre preparo un dolce sento di essere felice, sento di essere libera di esprimere la mia creatività, sento di essere leggera e  sento di poter non pensare più ai mille problemi che mi circondano. Potrei stare tutta la notte a realizzare torte e biscotti e non mi stancherei mai e poi mai: è già successo e la ricordo come tra le più belle notti della mia vita.
Quelle ore sono fondamentali per me, la pasticceria ormai fa parte della mia vita e non riuscirei a farne più a meno.

Se tu dovessi descrivere te stessa scegliendo cinque ingredienti, quali sceglieresti e perché?
Che domandona, questa si che è tosta! Dunque se dovessi descrivermi con 5 ingredienti:
- il mio primo ingrediente è il cioccolato al latte: questo perché il cioccolato è stato, è e rimarrà per sempre il mio ingrediente preferito all’interno dei dolci: lo metto ovunque, adoro il fatto che sappia dare un sapore decisamente di un livello superiore agli altri. Immagino vi starete chiedendo: e perché proprio il cioccolato al latte? Al latte perché è un po’ una via di mezzo, il cioccolato al latte infatti non è ne troppo amaro, ne troppo dolce… proprio come capita sempre nella mia vita, nella maggior parte delle cose prediligo sempre la cosiddetta “giusta via di mezzo”;
- come secondo ingrediente direi la panna montata (ovviamente non quella già pronta del supermercato, eh); proprio per il fatto che la panna se zuccherata nel modo adeguato risulta dolce e soffice, sa accarezzarti il palato in una maniera unica e inconfondibile;
- come terzo direi le uova: una cosa che ovviamente si è capito anche a Bake Off è che adoro le masse montate (in maniera particolare il pan di spagna): adoro vedere un bel pan di spagna che cresce nel forno, ma ancora di più adoro montare le uova;
- la farina perché oltre a montare adoro anche impastare, realizzare biscottini morbidi e crostate, dunque mi piace tantissimo la consistenza della farina, sentire l’impasto sotto le mani mi rilassa;
- ultimo, ma non meno importante, adoro la cannella: il suo profumo, il suo aroma e il suo sapore sono inconfondibili… la riconosci ovunque, decisa ma al tempo stesso delicata, sa rendere i dolci da normali a incredibili.

Se tu dovessi fare una sintesi della tua esperienza a Bake Off Italia, che cosa diresti?
Direi che Bake Off è stata un’avventura magnifica per me: mi ha permesso di crescere e di imparare molto, di scoprire nuovi dolci e nuove ricette, di confrontarmi con altre persone con più esperienza. L’ ho vissuta fino in fondo e con tutta me stessa, ho dato il mio cuore, mi sono impegnata sempre per dare il meglio e ho cercato di dimostrare ciò che so e che posso fare, ed è questo che mi ha gratificato più di tutto. Inoltre, all’interno del programma, ho conosciuto tantissime persone meravigliose a partire dai concorrenti, in particolare Roberto, Giorgio, Lucia e Marilena, e posso dire di aver conosciuto degli amici veri, che mi hanno sostenuto, mi hanno fatto passare delle giornate indimenticabili, delle serate all’insegna delle risate e del divertimento… ho conosciuto degli amici che tutt’ora sento e ai quali voglio un’infinità di bene.  Mi ritengo molto fortunata ad aver avuto la possibilità di provare un’esperienza del genere a 19 anni e la porterò nel cuore per tutta la vita!

Se tu potessi fare un salto indietro nel tempo e cambiare qualcosa nel tuo percorso a Bake Off Italia, cosa correggeresti?
Devo essere sincera? Non cambierei assolutamente nulla: penso che sia inutile guardare indietro nel passato e dire “ma se io…”, “ cavoli, avrei dovuto…”. Come si dice: errare è umano, e senza gli errori compiuti a Bake Off non sarei dove sono adesso, non avrei capito i miei limiti e molto probabilmente non sarei neanche riuscita a migliorarmi così tanto. Quindi,  voglio cambiare qualcosa nel mio percorso? No, assolutamente no. Il risultato raggiunto a Bake Off mi ha gratificato molto, sono contenta di essere riuscita a trasmettere la mia grandissima passione e a dimostrare ciò che posso e so fare: farò tesoro di questi errori e di tutte le critiche costruttive dei giudici per migliorare e alzare sempre di più il mio livello di preparazione.

Il tuo cavallo di battaglia tra i dolci da forno quale è?
Beh il mio cavallo di battaglia è la solita torta da compleanno, ovvero un bel soffice pan di spagna farcito di una gustosa crema pasticcera. Adoro creare quell’armonia perfetta che ti si scioglie in bocca e ti fa percepire tutti i sapori di un vero dolce.

Una persona famosa per cui vorresti poter preparare un dolce? E quale dolce sarebbe?
A essere sincera una persona famosa alla quale vorrei preparare un dolce è Sonia Peronaci di Giallozafferano; la seguo da sempre, ho imparato con le sue ricette e i suoi video, la seguivo ogni giorno e appena mi alzavo ogni mattina accendevo il computer per vedere la nuova ricetta pubblicata. La torta che farei sarebbe una torta sperimentata da poco, formata da una marquise di cioccolato, con sopra una bavarese alle nocciole, sopra un cremoso al caffè con pezzettini di nocciole tostate, ricoperto da un altro strato di bavarese, un altro strato di marquise e il tutto chiuso da un filo di bavarese, decorata con qualche ricciolo di cioccolato… che ne dite???

Che progetti imminenti hai per la tua vita?
Ora sto lavorando come stagista nella scuola di cucina e pasticceria “Icook” di Luca Montersino e Francesca Maggio: per me è un onore stare a fianco di due maestri così talentuosi e bravi come loro. Non si smette mai di imparare e sono due persone che vogliono sempre migliorarsi e continuano a studiare. Li ammiro moltissimo perché aspirano sempre al meglio, a ciò che c’è di veramente eccellente e con due persone così qualificate al proprio fianco non si può fare altro che essere influenzati positivamente dalla loro estrema energia. So benissimo che ci tengono alla mia formazione, lo scopo di questo stage è quello di avere a fine anno una formazione completa sia di cucina che di pasticceria: non saprò mai come ringraziarli per questa occasione d’oro che mi è capitata.

Se giochi a immaginare il tuo futuro, come ti vedi da qui a dieci anni?
Quello che posso dire è che ho fatto un progetto, un progetto per arrivare al sogno finale, ovvero quello di una pasticceria: spero di imparare il più possibile e farmi una lunga gavetta, così da vedermi tra 10 anni ad aprire una mia pasticceria, un mio mondo dove poter creare i miei dolci preferiti e attiraretutti con le mie nuove creazioni o i miei piccoli dolci… questo è il mio obbiettivo, questo è il mio sogno finale e mi impegnerò per raggiungerlo!
Tag:  Elisa Sommariva, Bake Off Italia, Pasticceria, Cucina, Benedetta Parodi, Madalina Pometescu

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni