ViVi Bistrot ha aperto in Piazza Navona

Dopo il grande successo riscontrato, ecco un’altra apertura in Piazza Navona a Roma

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Avevamo già parlato di ViVi Bistrot, un fienile dell’Ottocento ristrutturato nel 2008 e adibito a locale di ispirazione provenzale, immerso nel parco di Villa Doria Pamphili, a Roma. Fondato da due mamme imprenditrici, Daniela Gazzini e Cristina Cattaneo, accomunate dal sogno di creare anche in Italia luoghi di ristoro nei parchi pubblici, è presto diventato un luogo di ritrovo per le famiglie che avevano la possibilità di respirare un’aria magica e vivere, almeno per qualche ora, in uno stile di vita un po’ più rilassato.

Di recente il progetto si è ampliato, aggiungendo anche il primo salotto urbano, il ViVi Bistrot di Piazza Navona, proprio nel cuore del centro storico di Roma. Siamo nella sede di Palazzo Braschi, un luogo dove la cultura di cui è circondato, si mescola con un ambiente vivace ed animato, in una location come poche, nella Roma antica.

Durante il giorno è possibile gustare fragranti caffè Illy, tè pregiati Mariage Frères e ottimi cibi genuini, insalate biologiche, cocottes di ispirazione francese e specialità dal mondo come bagels, scones e gaufres de Liège. Sono anche disponibili lunch box biodegradabili per chi preferisce il pranzo da asporto. Oppure di usufruisce del servizio “Picnic Express” che permette a tutti i clienti di ordinare il proprio cestino da picnic e mangiare liberamente nella piazza o in qualunque angolo del centro.

La sera invece si trasforma in American Bar illuminato a candele, dove è possibile sorseggiare cocktails, un buon bicchiere di vino, accompagnato da un plateau di formaggi.

Abbiamo intervistato Daniela e Cristina per curiosare un po’ più a fondo nel nuovo Vivi Bistrot romano.

Nel 2008, da quando avete aperto ViVi Bistrot a Villa Doria Pamphili, ne sono successe di cose. Come è progredito il vostro progetto?
Si certo! Abbiamo imparato velocemente ad organizzarci, basti pensare al primo giorno della nostra apertura l’8 marzo 2008! La mia socia Cristina ai fornelli preparava tutta contenta la sua buonissima torta alle mele che un volta esposta in gastronomia è durata 1 solo minuto! Le dico “Cris la tua torta è già finita!!”… “se continui con 1 torta ogni ora inizieranno a linciarmi…”
Tanto, tanto duro lavoro dal 2008 ma ora possiamo dire che abbiamo creato una bellissima squadra di lavoro con 16 eccellenti dipendenti. ViVi Bistrot a Villa Pamphili ogni anno vede più di 200.000 clienti di tutti i tipi.
Una grande soddisfazione è sapere che anche all’estero ci osservano! Riceviamo molte richieste dall’estero per picnic nel parco, matrimoni ecc… Quest’estate abbiamo organizzato un picnic per 948 chierichetti tedeschi in visita al Papa. Essere ora capaci di questo tipo di organizzazione ovviamente ci rende orgogliose!

In cosa si differenzia il ViVi Bistrot di Piazza Navona rispetto a quello “originale”?
L’atmosfera è molto simile: femminile, bucolica, uso di materiali naturali e decorazioni floreali che ci piacciono tanto… Ovviamente trovandoci all’interno di un palazzo storico nel centro di Roma l’ambiente è più cittadino e non campagnolo.
Anche nella sede di Piazza Navona poniamo grande attenzione ai bimbi: abbiamo creato una piccola area ludica con cucinetta , libri a disposizione e tanti colori, bagno con fasciatoio ecc. e c’è un menu KIDS dedicato.
Il menu è stagionale ed è uguale a quello di Villa Pamphili. I fornitori sono gli stessi. Illy è lo stesso e noi anche!

A quali difficoltà siete andati incontro?
Dal 2008….Villa Pamphili – è una gestione molto molto impegnativa. Ti senti sempre con il fiato sospeso! C’è sempre una nuova emergenza da risolvere.

1) Burocrazia- poca chiarezza sulle competenze e responsabilità enti pubblici coinvolti nella gestione di Villa Pamphili (municipio, servizio giardini, sovrintendenza capitolina, sovrintendenza statale, dip. patrimonio, vigili urbani)
2) Mancanza di corrente elettrica – 2 anni per ottenere il kw corretto
3) Difficolta nel gestire i flussi – alta bassa stagione, Weekend / Infrasettimanale
4) Logistica – nel parco è un incubo il carico scarico merci

Qui a Piazza Navona non abbiamo incontrato nessuna grande difficoltà. Una volta vinto il bando con Zetema in cui ci è stato chiesto giustamente vita morte e miracoli di chi siamo e come avremmo gestito questo bellissimo spazio, è stato tutto in discesa. La direzione del Museo è molto propositiva nei nostri confronti e Zetema è un interlocutore professionale!

Quali principi guidano la filosofia di ViVi Bistrot e dei menù proposti?
Cibo per il tempo libero – in luoghi naturali ed arte e cultura
Freschezza – nei sapori ma anche nell’approccio
Condivisione – uno spazio da condividere come se fosse il salotto di casa tua
SANO ma non troppo – Crudo, Insalate, pollo bio, Verdure bio, cereali  ecc ma tante ottime torte goduriose… insomma un’eccentrica anima bio”

E in futuro?
Difficile da dire! Se il Comune mettesse a bando altri luoghi da gestire in altri parchi noi saremo prontissime alla sfida! Per quest’anno siamo concentrate sul nostro nuovo ViVi Bistrot a piazza Navona che sta già regalandoci tantissime soddisfazioni …
Urban Picnic è la nostra prossima sfida! Tra poco online…
Tag:  Villa Pamphili, Vivi Bistrot, Piazza Navona, Roma, Picnic, cibo naturale, biologico

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni