La conciliazione online

Domanda: navigo molto in internet, ho visto che in alcuni siti, ad esempio e-bay, viene proposta la conciliazione per risolvere le problematiche che possono insorgere tra venditori e acquirenti. Come funziona? E’ sicura?

di Alessandra Grassi

Pubblicato giovedì, 29 luglio 2010

Rating: 0.0 Voti: 0
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci

Ottima osservazione! Si tratta di una particolare tipologia di conciliazione: quella online ( online dispute resolution).

Questo tipo di conciliazione offre senza ombra di dubbio dei notevoli vantaggi, soprattutto quando le parti si trovano geograficamente distanti o quando la controversia riguarda transazione commerciali internazionali, infatti: le parti non si devono spostare per incontrarsi, dunque si abbatte qualunque tipo di costo; ed inoltre, vengono superati i limiti e le problematiche legate alla giurisdizione competente, in quanto alla conciliazione si applicherà il regolamento del provider ODR scelto dalle parti, senza necessità di applicazione di leggi o norme di singoli Stati.

La conciliazione avviene attraverso il sistema della c.d negoziazione cieca.

Una parte richiede la conciliazione al sito web del provider che contatta l’altra parte.
Ogni parte ha un numero limitato per inserire proposte di risoluzione ( di carattere meramente economico) che l’altra parte non vede. Sarà il programma informatico del provider a rilevare il delta che intercorre tra l’offerta di una parta e la domanda dell’altra fino a che la distanza tra le due non sia un valore inferiore al 15%. Quindi la conciliazione viene interrotta e viene fornito il valore medio di risoluzione della controversia.
In pratica, se tu hai acquistato qualcosa su e-bay, e ad esempio quando ricevi la merce ti accorgi che non è quella che ti aspettavi, o ritieni abbia un valore inferiore, puoi rivolgerti al provider di ebay che contatterà il venditore e attiverà questa procedura di conciliazione nel giorno e ora in cui entrambi potete sedervi davanti al computer di casa.

Balza subito all’occhio il fatto che non c’è la presenza del conciliatore!

In effetti questo meccanismo è efficace per le transazioni commerciali, ma là dove vi siano interessi delle parti che non siano puramente economici, incontra un grosso limite.
Alcuni provider danno la possibilità di richiedere l’intervento di un conciliatore per ovviare a questo limite.

In tal modo, si ritorna al classico funzionamento e il tutto si concretizza in una sorta di audio-video conferenza tra le parti e il conciliatore che possono comunicare via mail o con web cam.

Ritengo che questo tipo di conciliazione online sia utilissima per le transazioni commerciali che avvengono su internet. Alcuni operatori che vendono prodotti su internet, primo tra tutti ebay, si sono muniti di questo strumento per risolvere le controversie con gli utenti. Offrono gratuitamente un servizio che mette le parti in relazione e poi, a pagamento, le parti possono richiedere l’intervento di un conciliatore.

Il vantaggio di questi nuovi servizi di conciliazione, oltre al fatto di evitare tempi e costi di cause davanti a Tribunali, a volte difficilmente individuabili se trattasi di situazioni transfrontaliere, è quello che possono essere attivati 24 ore su 24 e soprattutto, non incontrano le barriere spaziali che non vanno sottovalutate.
 


Tag:  provider, negoziazione cieca, transazioni economiche, abbattimento dei costi, ebay

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni