Permesso di guida ad ore

Buongiorno, ho sentito parlare di un permesso di guida ad ore che può essere ottenuto in caso di sospensione della patente..di cosa si tratta? Come si ottiene?

di Carolina Toia

Pubblicato lunedi, 13 dicembre 2010

Rating: 4.8 Voti: 4
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
La legge 120 del 29 Luglio 2010 ha introdotto significative novità all’interno del nuovo codice della strada: tra modifiche ed inserimento di nuovi articoli il conto totale delle variazioni entrate in vigore ad Agosto 2010 raggiunge gli 80 articoli.
 
L’art. 218 del nuovo codice della strada, rubricato “sanzione accessoria della sospensione della patente”, prevede espressamente che i soggetti che incapperanno nella sospensione della patente per una violazione amministrativa al codice stesso potranno essere autorizzati a guidare in determinate fasce orarie, e comunque non oltre il limite massimo di 3 ore al giorno, prolungando così, in misura proporzionale al numero di ore di permesso richieste, il periodo di revoca del titolo di guida: questo verrà aumentato di un numero di giorni pari alle complessive ore per le quali è stata autorizzata la guida, arrotondato per eccesso.
 
E’ da precisare, in primis, che, affinché il Prefetto possa accogliere un’istanza di “permesso di guida ad ore” è strettamente necessario che il  richiedente, destinatario del provvedimento di sospensione, non abbia provocato alcun incidente: in tale ipotesi infatti la legge prevede espressamente l’impossibilità che venga accolta l’istanza.
 
In secundis va osservato che la limitazione a tempo dovrà tassativamente essere sostenuta da ragioni di matrice lavorativa o sociale: il soggetto dovrà dimostrare quanto sia impossibile o estremamente gravoso raggiungere il posto di lavoro con mezzi pubblici o non propri oppure dovrà denunciare il ricorrere di situazioni che diano diritto alle agevolazioni previste dall’art. 33 della l. 104/92 (“legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”), adducendo adeguate motivazioni ed esauriente documentazione.
 
(Ad es. se per essere sul posto di lavoro - distante 20 km da casa - alle 10, il soggetto fosse costretto a prendere quotidianamente un treno alle 5, lo stesso allegherà gli orari del treno che dimostrino l’assenza di soluzioni più convenienti e meno gravose. Allo stesso modo, avrà diritto ad ottenere un permesso di guida colui il quale dimostri la necessità di trasportare in auto parenti malati).
 
Infine, resta da puntualizzare che l’istanza di cui sopra dovrà essere inoltrata al Prefetto entro un termine massimo di cinque giorni a far data dal ritiro della patente.

Tag:  Sospensione della patente, permesso, Prefetto, codice della strada

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni