Prevenire le scottature e rimediare a danno ormai compiuto

Sono appena tornata da una settimana di mare dove ho preso una brutta scottatura, in particolare sul decoltè e i piedi, dove avevo messo meno protezione. Ho già fatto uso di diverse creme che mi sono state consigliate in farmacia.. (continua)

di Dott. Giuseppe Giordano

Pubblicato giovedì, 29 luglio 2010

Rating: 5.0 Voti: 1
Vota:
Leggi anche:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci

Sono appena tornata da una settimana di mare dove ho preso una brutta scottatura, in particolare sul decoltè e i piedi, dove avevo messo meno protezione. Ho già fatto uso di diverse creme che mi sono state consigliate in farmacia, ma volevo chiederle se mi può consigliare qualche pomata e impacco lenitivi, che mi diano un po’ di sollievo (soprattutto ai piedi, dato che da oggi sono stata costretta a rimettermi scarpe diverse dalle infradito). Grazie.


Grazie per avermi interpellato: sarebbe stato meglio per lei prevenire, magari chiedendomi prima consigli per prepararsi all’esposizione solare ed per un’adeguata protezione. In base al principio secondo il quale solo dopo essere stati toccati in prima persona da un problema si impara, d’ora in poi, sicuramente farà più attenzione a preparare da marzo-aprile la sua pelle, se la pelle è bianca e delicatissima, oppure da maggio-giugno, con l’assunzione di pro vitamina A (sono perle di betacarotene, chiamate perle di carota). Attenzione a non acquistare altri prodotti con nome analogo ma con un contenuto eccessivo di carotene: sarebbe come mangiare troppe carote, che porterebbe a colorare la pelle di giallo arancio ed a dare difficoltà digestive al fegato. Il beta carotene nel nostro organismo diventa vitamina A, per stimolare la melanina nella nostra pelle a proteggere i tessuti sottostanti con quel bell’effetto di abbronzatura che tanto cerchiamo.

Tutti sappiamo che bisognerebbe evitare l’esposizione nelle ore più calde, ma in linea teorica dovremmo evitare l’abbronzatura per non incentivare l’invecchiamento della pelle bruciando collagene e quindi stimolare la disidratazione e la comparsa di rughe.
Da qui la necessità di usare prodotti protettivi durante l’esposizione, meglio se una protezione alta perché anche se l’effetto tintarella sarà più lento da ottenere risulterà più profondo e tenace, con meno danni alla pelle in quanto meno cotta e bruciata, conservando più collagene proprio.

Con il nostro marchio troverete il meglio per la vostra pelle, anche con un dopo-sole imbattibile (IDRA E, flacone da 200 ml €12,50) per un effetto idratante e normalizzante che donerà quel benessere che è necessario per godersi appieno le vacanze.

In questo periodo più che mai, l’olio di borragine sul viso e sul corpo (€ 17,50 il flacone da 50 ml) idrata e protegge dalle rughe con il massimo apporto di acido linoleico e gammalinolenico, ossia molto più di quanto apporti l’olio di rosa moscheta, contro la disidratazione e la comparsa di rughe. L’olio di jojoba è usato sul corpo in alternativa, perché il flacone di 50 ml costa solo 12,50 euro.

Cara signora, l’uso di questi prodotti le avrebbe evitato tanta sofferenza: ora una buona crema alla calendula (con nostro marchio il vaso da 100 ml è offerto a €14,00) può restituirle il sorriso e la normalità già dopo le prime applicazioni; se avesse già in casa la nostra crema base (vaso da 250 ml, € 19,00), usi quella. Con qualche applicazione in più, può ottenere lo stesso risultato.

Buona tisana e buona estate a voi.

dr Giuseppe Giordano, erborista
tel 039-025454063
info@lacamomilla.it
erboristeria la CAMOMILLA sas
www.lacamomilla.it


Tag:  scottature, protezione alta, pro vitamina A, betacarotene, crema alla calendula

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni