Ritenzione Idrica

Buongiorno, sono una ragazza di 22 anni e, come la maggior parte delle donne della mia famiglia, soffro di ritenzione idrica. Che cosa mi consiglia per vedermi meno gonfia e appesantita?

di Dott. Giuseppe Giordano

Pubblicato venerdì, 8 ottobre 2010

Rating: 2.6 Voti: 5
Vota:
Leggi anche:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci

Dalla sua e-mail emerge che lei ha 22 anni e vede zia, mamma e nonna, gonfie ed appesantite: quindi lei pensa di avere come loro un problema della ritenzione idrica. Ma chi lo dice? Il suo medico?
Ci sono ben altri parametri per poter valutare se una persona riscontra il “disagio” della ritenzione idrica. Per prima cosa si deve domandare quanto beve nell’arco nella giornata.

Usare un diuretico forte su persone che normalmente hanno la pressione tendente al basso, potrebbe provocarne un calo eccessivo, che il cuore sopporterebbe a fatica.
Non accetti quindi consigli in proposito dal primo che capita. E non adotti “rimedi fai da te”.
Interpellare il suo medico resta la priorità.

Poi può consumare decotti di malva fiori e foglie taglio tisana:
4 cucchiai per un litro a freddo; portare a bollitura e far bollire tre minuti; lasciar intiepidire dieci o quindici minuti; filtrare e spremere per ottenere la mucillagine che, da protettrice del connettivo, la aiuterà nella diuresi, aumentando l’idratazione della pelle e la sua luminosità.

Il gonfiore, che spesso viene chiamato “ritenzione idrica”, può derivare da un problema di circolazione sanguigna, di lavoro del cuore, di funzionalità renale ….
Dunque, conoscerne la causa è importantissimo per la sua salute. In questo caso bere di più riattiva la circolazione periferica, quella linfatica, che è responsabile dei maggiori disagi estetici: un infuso od un decotto con erbe mirate secondo la sua necessità, possono fare la differenza.
La malva, sopra descritta, che ha un’attività di protezione e normalizzazione del tessuto connettivo (gran parte del nostro corpo è formato da questo tessuto), può essere accompagnata da equiseto e gramigna per asciugare di più una “figura gonfia”, oppure, se il problema è minore o la pressione è tendente ai valori più bassi, la pilosella e la centella asiatica sono con la malva, la tisana da preferire.
 


Tag:  ritenzione idrica, idratazione, malva, circolazione, infuso

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni