Irregolarità del ciclo mestruale

Gentile dott.ssa io da qualche mese ho delle mestruazioni piuttosto irregolari (a volte saltano anche un mese!).Sono stata dal ginecologo che non ha riscontrato alcun problema di tipo organico o ormonale. E’ un periodo piuttosto stressante e volevo chiederle se in questo disturbo ci poteva essere una causa anche di tipo psicologico

di Dott.ssa Valentina Rossato

Pubblicato giovedì, 10 febbraio 2011

Rating: 4.3 Voti: 4
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Gentile Francesca,

nel considerare le alterazioni del naturale ciclo mestruale è importante considerare i meccanismi che legano strettamente fattori biologici e psicologici. Alcune condizioni psicologiche inducono la liberazione di sostanze attive a molti livelli e gli assi ormonali sono uno dei primi bersagli di queste sostanze. In particolare lo stress cronico può comportare un aumento degli ormoni adrenalina e cortisolo (ormoni dello stress) che causano alterazioni importanti in tutti i sistemi del corpo perché disregolano l’ipotalamo (che secerne anche ormoni che regolano l’attività dell’ovaio). Questi ormoni possono quindi interferire con l’ovulazione bloccandola, oppure possono ridurre per quantità e/o durata, la produzione di progesterone, l’ormone che stabilizza il ritmo mestruale. Le conseguenze sono: cicli ravvicinati (“polimenorrea”), in generale anovulatori, ritardi del ciclo, come nel suo caso, e lo “spotting” (piccola perdita ematica intermestruale di scarsa entità) dovuto alla carente produzione di progesterone.

Sembra che l’allontanamento da ritmi più naturali, la tendenza a trascurare i segnali di avvertimento e di stress possono ridurre progressivamente e reprimere nella donna la capacità di ascoltarsi.

Le mestruazioni irregolari spesso possono essere il sintomo di un periodo travagliato di “ridefinizione” e rideterminazione del proprio ruolo. Ogni cambiamento richiede infatti un riassestamento che coinvolge il corpo e la mente. Vivendo in una realtà caratterizzata da un’accelerazione delle velocità e dei ritmi, da un bisogno di efficienza, spesso la donna si sente spinta a forzare le fondamentali fasi di adattamento comportamentale a nuove situazioni. Ed ecco che, vacillando l’equilibrio con il mondo esterno, lo squilibrio si riversa sulle dinamiche interne inconsce, le quali cercano di trovare un nuovo tempo ed un nuovo spazio per manifestarsi.
Le mestruazioni “instabili” appaiono allora come espressione del conflitto tra desiderio di normalità (che si riflette sul piano fisico con la regolarità e la ciclicità propria del flusso) e la necessità di dover “rompere” il vecchio equilibrio, non più consono alla nuova situazione.

Nell’oligomenorrea (cicli che ritardano), sembra che ci siano emozioni che devono essere trattenute, che non possono esprimersi per il timore di lasciarsi andare, “scorrere”. Il femminile non può fluire secondo i suoi ritmi, la spontaneità è come rimandata, la donna sembra ricercare profondamente uno spazio e un momento in cui potrà esprimersi senza il rischio di essere travolta dalla forza delle emozioni.
Tag:  Mestruazioni, stress, progesterone, conflitto, emozioni, oligomenorrea

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni